energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Capodanno a Prato con l’Orchestra di Piazza Vittorio e Ginevra Di Marco Spettacoli

Prato – Festeggiare l’arrivo del 2016 insieme, sulle note multietniche dell’Orchestra di Piazza Vittorio e della cantante Ginevra Di Marco: è la proposta del Comune di Prato, che, giovedì 31 dicembre, dalle ore 23.30, propone, nella centrale Piazza del Comune, il “Gran Concerto di Capodanno”. L’evento, a ingresso libero, fa parte di “Prato Festival – Natale 2015”, ed è a cura di Nuovi Eventi Musicali.

Convinti che il Capodanno sia un momento di festa che lega tutti, al di là dei generi, delle età, delle occasioni, il grande concerto che chiuderà l’anno prova a dare rappresentazione alle differenze, ai popoli, alle diversità che ormai avvicinano e legano a doppio filo. Per questo è stata scelta l’Orchestra di Piazza Vittorio,  composta da diciotto musicisti – autori e interpreti eccezionali – che provengono da dieci paesi e parlano nove lingue diverse. Partendo dalla musica tradizionale di ogni paese, le sue sonorità spaziano dal roots al reggae alla musica d’autore.

Per l’occasione, sarà sul palco con loro una delle voci più belle della nostra terra, quella di Ginevra Di Marco (oltre alla carriera solista, tra le collaborazioni si ricordano quelle con Csi e Pgr), che sarà accompagnata alle tastiere da Francesco Magnelli. La collaborazione tra l’Orchestra e la Di Marco è stata fortemente voluta da entrambe le parti e frutto di percorsi paralleli e comuni di ricerca per le diverse declinazioni della musica popolare.

In scaletta, si ascolteranno canzoni originali e rielaborazioni di brani tradizionali, tra cui “Amara Terra Mia” e “Malarazza” di Domenico Modugno; “Amandoti” dei Cccp (in un’inedita versione coi fiati); “Fel Shara”, un leggendario brano arabo, arricchitosi nei secoli di un testo in esperanto costituito dalle lingue di tutti i paesi lambiti dal Mar Mediterrano; “Alma Do Povo” dall’ultimo album dell’Orchestra di Piazza Vittorio con il testo riscritto in italiano da Ginevra Di Marco.

Saranno due ore di musica e festa, che saranno presentate da Giulia Gianassi di White Radio. Alla mezzanotte, si terrà il brindisi con spumante e ciambelle.

Inoltre, aspettando il concerto, per tutto il giorno, sotto le logge di Piazza del Comune, ci saranno le degustazioni gratuite di caffè speciali del “Pausa Caffè Festival – Winter Edition”, in compagnia di esperti del settore, con incontri, mostre e proiezioni dedicati alla tazzina più amata (dal 29 al 31 dicembre, dalle ore 10.00).

L’Orchestra di Piazza Vittorio è un’orchestra multietnica nata nel 2002 all’interno dell’Associazione Apollo 11, un progetto sostenuto da artisti, intellettuali e operatori culturali che hanno voluto valorizzare il rione Esquilino di Roma, dove gli italiani sono una minoranza etnica. L’Orchestra rappresenta una realtà unica: è la prima e sola orchestra nata con l’auto-tassazione di alcuni cittadini che ha creato posti di lavoro e relativi permessi di soggiorno per eccellenti musicisti provenienti da tutto il mondo e promuove la ricerca e l’integrazione di repertori musicali diversi e spesso sconosciuti al grande pubblico, costituendo anche un mezzo di recupero e di riscatto per artisti stranieri che vivono a Roma talvolta in condizioni di emarginazione culturale e sociale. Il gruppo nasce da un’idea di Mario Tronco, componente della Piccola Orchestra Avion Travel, e del documentarista Agostino Ferrente che ne filma in diretta la nascita e debutta il 24 novembre 2002 con il concerto di chiusura del Romaeuropa Festival. Dalla sua nascita ad oggi l’Orchestra di Piazza Vittorio ha realizzato numerose esibizioni nei cinque continenti, inizialmente anche al seguito dell’omonimo film nella modalità “cine-concerto” e a seguire con 3 spettacoli teatrali, nonché 3 album. Tra musicisti che partono e altri che arrivano, il suono dell’orchestra cambia senza mai tradire la vocazione iniziale a sfide nuove e orizzonti aperti al mondo intero.

Sarà possibile ascoltare il concerto in diretta su www.whiteradio.it, con interviste e approfondimento, anche tramite la app gratuita di whiteradio su dispositivi IOS e Android.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »