energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Capodanno in Toscana, tutte le feste in barba ai Maya Cronaca

Ce l’abbiamo fatta, siamo sopravvissuti anche quest’anno, chi al lavoro, chi allo studio, ai figli, alla famiglia, e perché no anche alla profezia Maya che ci voleva estinti il 21 dicembre. Per chi vorrà, i motivi per festeggiare ci sono, come tante sono le proposte gratuite che arrivano da alcune città toscane.  Secondo una ricerca di Confesercenti-Swg, l’86% degli italiani trascorrerà la sera del 31 dicembre a casa. Dati confermati, a livello regionale, dalle poche luci e molte ombre che sta vivendo il turismo toscano ad eccezione della montagna in cui, grazie alle abbondanti nevicate si prospetta una buona l’affluenza, mentre, in generale, le prenotazioni alberghiere segnano un calo del 15%.
Ma le occasioni per brindare all’anno nuovo insieme e in allegria a costo zero, non mancano. Iniziamo da Firenze, dove è atteso il record di centomila persone per l’ormai consueto San Silvestro per le vie del centro con i concerti in piazza. A inaugurare il sodalizio tra Palazzo Vecchio, “Le Nozze di Figaro” e altre associazioni musicali, promotori dell’iniziativa dei concerti nelle cinque piazze, fu quattro anni fa il grande Lucio Dalla. “Questo sarà il primo anno senza di lui, mi sembra giusto ricordarlo e omaggiarlo” – ha annunciato il Sindaco Matteo Renzi -, così su un maxischermo in piazza Stazione potremo rivivere alcuni momenti del concertone tenuto dal cantante bolognese nel 2009 mentre i Subsonica, dal vivo ci accompagneranno nel trapasso alle 24, preceduti da due gruppi fiorentini: i Blue Popsicle e i Passogigante.
In Piazza Santissima Annunziata, invece musica più ‘soft’ con i New York Gospel Spirit, mentre in Piazza Repubblica si procederà al ritmo di swing con il Nick The Nightfly Quintet capitanato dal crooner e speaker di Radio Monte Carlo. In Largo Annigoni ci sarà l’omaggio al festival di Woodstock con New Year’s Woodstock, mentre in Piazza Signoria l’anno si concluderà sulle note della musica classica con il concerto dell’Orchestra Sinfonica Ucraina di Lugansk diretta dal maestro Giuseppe Lanzetta. Tutti i concerti avranno inizio alle 22, eccetto quello di Piazza Signoria che è previsto per le 23.
Il pacchetto del capodanno a Firenze nelle cinque piazze è costato 300 mila euro, cifra coperta interamente da sponsorizzazioni private. Il centro storico sarà chiuso al traffico, ma la tramvia funzionerà tutta la notte fino alla Leopolda e sarà offerto un servizio di quattro navette gratuite. Dalle 21 le navette collegheranno il centro con i posteggi al di fuori della ztl: Parterre, piazza Ferrucci, piazza Beccaria, piazza Puccini e Porta Romana.
Capodanno in piazza anche in altre città toscane. A Prato un mix di suoni e immagini addobberanno Piazza Duomo con il “Duomo architectural VJ party”, un evento che vuol coinvolgere l’intera popolazione: dalle famiglie, con un revival di musica degli anni ’60 ,’70 e ’80 che si terrà dalle 22.30 alle 24, ai più giovani a cui è dedicata la musica contemporanea sulle cui note ballare fino a tarda notte. A Siena, con una serie di appuntamenti itineranti lungo le vie del centro storico: concerti sì ma nessuna star. Anche qui però proposte gratuite all’insegna del divertimento e la mezzanotte con il botto vedrà tutti in Piazza del Campo.
Gran fine d’anno a Pisa, dove sono attesi Edoardo Bennato e Ornella Vanoni. La cantante si esibirà al Teatro Verdi, dove è previsto anche il cenone su prenotazione. Piazza Carrara invece ospiterà Bennato con gli Zen Circus.
Quindi capodanno low badget, ma non per questo meno divertente, nelle nostre bellissime piazze e vie, nella speranza che sia davvero un ottimo anno per tutti, alla faccia dei Maya!

Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email

Translate »