energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Caporetto Pdl in Toscana e il Pd rimane al palo Politica

Caporetto; non c'è altra definizione, per dar conto di ciò che è successo in queste ultime elezioni al Pdl in terra di Toscana. I dati si commentano da soli: dal 2008 il Popolo delle Libertà ha subito l'emorragia di 350mila voti, passando dai 22 seggi conquistati nelle precedenti elezioni nazionali ai 7 odierni. I seggi nel 2008 erano così distribuiti, 15 alla Camera e 7 al Senato, mentre attualmente il "bottino" del Pdl toscano si riduce a 4 seggi a Montecitorio e 3 al Senato. Vediamo il calo sui dati: partendo dalla Camera, il Popolo delle Libertà passa dal 31,58% (vale a dire 749 mila voti) del 2008 al 17,48% (388 mila voti) del 2013, mentre al Senato si passa dal 32,46% (717 mila) al 18,01% (372 mila).

Impressiona anche, sul territorio, la debacle delle "roccaforti azzurre", quelle che nella Toscana "rossa" mantenevano l'onore delle armi. Una su tutte, Lucca, dove  nel 2008 il Pdl si era aggiudicato la palma di primo partito, con il 40,16% alla Camera e il 41,23 al Senato nella provincia. I ben noti problemi del Pdl lucchese prima, le scissioni nazionali poi, hanno eroso il "tesoretto" e ieri il Pdl nella sua ex roccaforte si è trovato a fare i conti, nelle due camere, con un misero risultato del 22-23%.

E Prato? E' solo del 2009 l'impresa che qualcuno definì epica: il Pdl, dopo 50 anni, riuscì a far eleggere un sindaco di centrodestra, Roberto Cenni. Ieri, di epico non è rimasto nulla, solo uno scivolone dal 33% al 18%; tanto è bastato, tuttavia, per l'elezione del coordinatore provinciale Riccardo Mazzoni. Grosseto, altra scivolata, dal 34-37% del 2008 al 19-20% di ieri, senza scordare Arezzo, dove il Pdl dal 33-34% si ritrova al 20%.

Ma se il Popolo delle Libertà dovrà affrontare una seria riflessione sui risultati toscani, anche il Pd non esulta. I dati sono pesanti anche per il Partito Democratico: 2008, risultati alla Camera: 1 milione 110 mila 624 voti, 46,83%; 2013:  831mila e 400, 37,46%.
Senato: 20081 milione 041.508   47,14% ; 2013816mila 336 voti   39,50%
Significativo il commento alle politiche del segretario regionale Pd,  neo parlamentare,  Andrea Manciulli
''E' chiaro che anche qui in Toscana ci aspettavamo di più. Naturalmente faremo autocritica perchè il risultato atteso non era questo, pur essendo rimasti la prima regione per consensi al Pd. Non si può non provare a comprendere meglio e tenere conto dell'onda emotiva che ha portato a un ampio voto di critica e protesta che i cittadini hanno espresso. Esso esprime una voglia di cambiamento profondo della politica alla quale noi dobbiamo rispondere con ascolto, umiltà e soprattutto proposte di governo che rispondano ad alcuni temi espressi chiaramente dal voto''.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »