energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Car sharing, a Firenze la flotta si amplia e diventa più “verde” Società

Firenze – Via libera dalla giunta fiorentina al nuovo bando per altre 200 unità a completamento del servizio di car sharing cittadino, costituite da auto elettriche.  La flotta dei veicoli “in affitto veloce” diventa così più “verde”.  La giunta comunale ha approvato infatti nell’ultima seduta, su proposta dell’assessore alla mobilità, la delibera per procedere al “nuovo avviso per la manifestazione di interesse per la copertura delle 200 unità mancanti per il servizio”.
Ad oggi,  sulla base del bando del 2014 il car sharing fiorentino si attesta su 400 veicoli (divisi tra i due gestori Car2go ed Enjoy), ma l’avviso prevedeva un parco di 600 mezzi nei primi due anni di servizio sperimentale (con possibilità di ulteriori ampliamenti successivi). E visto che il bando precedente è scaduto, la giunta ha deciso di pubblicare un nuovo avviso ma questa volta con un criterio in più rispetto alla primo testo, ovvero la specifica che i mezzi devono essere “esclusivamente a trazione elettrica”.
Una scelta che si inserisce a pieno titolo nelle politiche di promozione della mobilità elettrica varate dall’Amministrazione tra cui il ricambio dei mezzi di servizio con veicoli a batteria, l’installazione di nuove colonnine per la ricarica e la partecipazione ai progetti europei Dorothy ed Ele.C.Tra. E proprio quest’ultimo progetto sarà la naturale continuazione del car sharing elettrico visto che si occupa della promozione della diffusione dei motocicli elettrici e, in questo ambito, anche di uno scooter sharing elettrico che potrebbe vedere la luce a fine anno. L’avviso per la manifestazione di interesse sarà pubblicato a breve e resterà pubblicato fino al raggiungimento del numero di veicoli previsto (200 mezzi). Le proposte saranno giudicate da una apposita commissione tecnica. Come nel primo bando, non è prevista nessuna spesa per il Comune e nell’ottica della promozione della diffusione della mobilità elettrica, l’accesso alla ztl sarà gratuito.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »