energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Carnevale dei Disastri, ironia contro liberismo Cronaca

Sabato Carnevale amaro, o meglio, Carnevale dei Disastri. Una vera e propria sfilata, ideata e organizzata da Spazi Liberi, comitato costituito da una densa costellazione di associazioni che da tempo stanno lottando contro le così dette politiche "liberiste" del Comune di Firenze e della Regione Toscana. E dunque, il 9 febbraio alle  15:00, prenderà il via la manifestazione, che si presenta come una sfilata di carnevale in piena regola, con tanto di carri e maschere dedicati al potere economico e politico. Come spiegato oggi, in un incontro che si è tenuto davanti all'Edison, lo spazio ormai simbolico della libreria la cui chiusura ha tenuto con il fiato sospeso la città per mesi, il corteo allegorico partirà da piazza San Marco per terminare in piazza della Repubblica. La protesta è rivolta contro "l'ingente speculazione finanziaria che non trova riscontri nell'economia reale e ha reso la Toscana epicentro nazionale di un sisma che coinvolge l'Italia intera", come spiegano i protagonisti dell'evento. Fra le questioni toccate, MPS, grandi opere TAV.  Protagonisti del carnevale sono anche temi come la privatizzazione dell'acqua, nodo che il referendum sulla pubblicizzazione non sembra aver sciolto del tutto, la privatizzazione dell'ATAF, le infrastrutture autostradali, il dibattito sull'inceneritore,la sanità e il lavoro (con gli ex impiegati di Ginori ed Edison). L'allestimento che suscita maggior  curiosità e interesse per il suo significato allegorico è il carro con una riproduzione del Mangiafuoco di Collodi il quale tiene alle spalle uno stuolo di soggetti appartenenti a settori diversi, danneggiati dalle politiche liberiste.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »