energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Carraresi: mi dimetto ma non mollo Politica

All’inizio della scorsa settimana, Marco Carraresi, con una lettera inviata al segretario nazionale Lorenzo Cesa, si è dimesso da segretario provinciale dell’Udc di Firenze.

Le motivazioni sono politiche: “Alcune recenti vicende – ha scritto Carraresi – sono state determinanti per questa sofferta decisione. Non ultima la decisione di una recente direzione regionale nel corso della quale si è impegnata l’Udc, in tutte le prossime elezioni amministrative (dai Comuni capoluogo, come Firenze, fino a quelli più piccoli) a fare un passo indietro e a presentarsi all’interno di ‘aggregazioni civiche’ camuffate, senza tenere oltretutto in minima considerazione le specificità locali”.

“Di fronte a questa precisa strategia di cancellazione ovunque del nostro simbolo, non voglio essere considerato ‘complice’ –ha scritto ancora il consigliere regionale – di una sorta di autentica liquidazione dell’Udc. Senza oltretutto avere alcuna realistica previsione che tale ‘mascheramento’ possa portare a risultati minimamente positivi”.

Nella sua scelta, ha spiegato Carraresi, ha avuto un peso importante anche “la scelta improvvisa e inaspettata di Pier Ferdinando Casini, che senza alcuna forma di condivisione con la base, a un paio di settimane dalla celebrazione del congresso nazionale, ha scelto in totale solitudine dove e a chi consegnare il partito”.

“Tutto questo – ha concluso – da parte mia non significa abbandonare il campo. Intendo, senza condizionamenti, continuare l’impegno per una presenza politica autenticamente popolare. Un impegno che in questo momento richiede viceversa proprio una rinnovata capacità di proporre, ascoltare e far partecipare”.

In conseguenza delle dimissioni di Carraresi, la carica di commissario provinciale dell’Udc di Firenze è andata a Francesco Bosi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »