energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Carrello “leggero” a Firenze, cala il prezzo degli alimentari Economia

Dov'è il carrello più vantaggioso per la spesa? Se si considerano i supermercati, l'inchiesta svolta da Altroconsumo dà la palma alla Toscana seguita da Umbria Veneto e Emilia Romagna. E in Toscana, il carrello più "risparmioso" è ad Arezzo, Firenze e Pisa.

Una novità, per il capoluogo toscano, che da sempre è ritenuta una delle città più care, perlomeno della Regione. Ma anche i dati che emergono dal Bollettino Mensile di Statistica dell'Ufficio Statistica del Comune di Firenze agosto 2012, raffigurano una realtà prezzi molto variegata e tutto sommato incoraggiante, soprattutto per quanto riguarda i beni alimentari. Sempre in crescita invece a luglio 2012 i prezzi della divisione abitazione, acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili. Insomma, per le bollette continua l'aumento, che si attesta a luglio a + 0,4%.

Così, grazie al Bollettino, si scopre che a luglio la variazione mensile dei prezzi al consumo è stata negativa, – 0,3%, mentre a giugno era + 0,3%; la variazione annuale tuttavia rimane positiva per un +2,5%, in leggerissimo calo rispetto a giugno (+2,8%). Di particolare interesse le diminuzioni dei prodotti ad alta frequenza d'acquisto, in particolare prodotti alimentari e bevande analcoliche (-1,9%), e i trasporti, -0,3%. In diminuzione anche i prezzi dei servizi ricettivi e di ristorazione, -0,6%., e quelli delle comunicazioni, -0,4%.

A cosa è dovuta la variazione mensile molto forte che si registra a luglio per i beni alimentari? Sostanzialmente, ha giocato un ruolo molto importante il calo della frutta, pari a – 14,8% rispetto a giugno, e dei vegetali, -3,8% sempre rispetto a giugno. Da tenere presente, tuttavia, che rispetto a luglio 2011 la frutta cresce del 10%, e i vegetali del 2,4%. Rimane tuttavia in forte diminuzione la variazione annuale, passata da +3,9% di giugno a +2,7% di luglio.  Anche per quanto riguarda i carburanti e i lubrificanti per  i mezzi di trasporto privati, si registra una diminuzione mensile (-2,0%), ma un incremento di + 11,9% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »