energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cartucce modificate su peschereccio per pesca illegale Cronaca

Un'operazione di Guardia Costiera e Polizia di frontiera di Piombino nel porto di Piombino (Livorno) ha portato alla denuncia di un 32/enne di Campo nell'Elba (Livorno) e al sequestro di munizioni modificate ritrovate a bordo di un peschereccio, forse utilizzate per pescare tonni e cetacei. L'operazione e' scattata a conclusione di un'indagine avviata dopo un'informativa pervenuta alla Capitaneria di porto di Piombino che faceva presumere che a bordo di un motopeschereccio vi potessero essere dei fucili. Queste armi verrebbero utilizzate per abbattere eventuali cetacei o tonni che, se intrappolati nella rete a 'circuizione' (utilizzata per la pesca del pesce azzurro), potrebbero rompere le maglie e far perdere il pescato. Guardia costiera e polizia si sono appostati poco prima dell'arrivo del peschereccio in porto, imbarcazione di circa 22 metri con 13 persone di equipaggio, in attesa che tutte le operazioni di sbarco di pesce azzurro terminassero, e pronti ad intervenire nel caso di sbarco delle armi. Terminato lo scarico, il personale della Capitaneria ha effettuato una perquisizione. Dopo tre ore di ricerche gli agenti hanno ritrovato nella cabina del comandante 10 cartucce calibro 12, di cui cinque a palla e cinque a pallini con piombo 7. Dei fucili, pero', nessuna traccia. Le cartucce a pallini risultavano modificate, ovvero tagliate orizzontalmente a meta' del bossolo. Un sistema che ha lo scopo di modificare la cartuccia rendendola all'atto pratico una cartuccia a palla singola. Le cartucce a palla singola, a differenza di quelle a pallini, devono essere dichiarate. Gli agenti hanno cosi' provveduto al sequestro delle cartucce e alla denuncia del proprietario.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »