energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Casa, la Toscana rimane nel gruppo di testa per sfratti eseguiti Cronaca, Società

Firenze – Eppure un leggero calo, degli sfratti, c’è. Nonostante questo, come riporta il V Rapporto sulla condizione abitativa, redatto dall’Osservatorio sociale regionale sulla base dei dati 2015 e presentato in occasione della Conferenza regionale sulla casa all’Istituto degl’Innocenti di Firenze, la Toscana rimane una delle regioni con il più alto numero di sfratti eseguiti in rapporto alle famiglie: nel 2015 gli sfratti eseguiti sono stati infatti 1 ogni 497 famiglie, contro 1 ogni 793 in Italia. I provvedimenti di sfratto riguardano il 2,5% delle famiglie che vive in affitto (in totale 259.000 nuclei familiari in affitto in Toscana), con situazioni particolarmente critiche a Prato (4%), Livorno (3,3%) e Grosseto (3%). 

Abbandonato lo strumento del blocco degli sfratti, negli anni scorsi si è passati alla misura tampone dell’istituzione di due Fondi, uno nazionale (2,9 milioni di euro) ed uno regionale (4 milioni di euro) destinati agli inquilini morosi incolpevoli, cioè a quelle famiglie che si trovano sotto sfratto per un’improvvisa perdita o drastica riduzione del lavoro o a causa di una malattia. 

Ad oggi hanno beneficiato di questo strumento oltre 700 famiglie, un numero destinato a crescere dato che le procedure amministrative di valutazione delle domande sono ancora in corso e si concluderanno alla fine del 2016. Altra importante risorsa per limitare i disagi delle famiglie in difficoltà economica si è rivelato il Fondo sociale per l’affitto, alimentato da risorse nazionali (6,3 milioni di euro per la Toscana dal ‘Piano Casa’ nel 2015), regionali (2 milioni) e comunali (nel complesso 5,7 milioni).  In questo caso le domande presentate sono state oltre 21mila.

I numeri dell’ Edilizia popolare –  In Toscana ci sono quasi 49.528 alloggi popolari, uno ogni 33 famiglie residenti in regione. Nel corso del 2015 sono state riconsegnate 1327 abitazioni nuove o recuperate da alloggi di risulta. Grazie alle risorse stanziate dalla Regione, sono inoltre in costruzione 1.034 nuove unità immobiliari, di cui 425 dovrebbero essere consegnate nel corso del 2016. Complessivamente l’edilizia residenziale pubblica ospita 47.613 famiglie, composte in media da 2-3 persone, per un totale di 115.578 individui. Per la prima volta è stata rilevata anche la presenza di presenza di soggetti con disabilità all’interno dei nuclei assegnatari dell’alloggio ed è emerso che circa il 20% delle famiglie assegnatarie ha un componente con disabilità. 

Proprio con riguardo a questa problematica,  gli interventi che hanno avuto ad oggetto l’abbattimento delle barriere architettoniche sono stati 300, concentrati negli ultimi anni. Nel 2015 sono stati inoltre assegnati 1126 alloggi, concentrati soprattutto nel Lode di Pisa (173, 15,4%), Livorno (168, 14,9%), Firenze (167, 14,8%). In attesa di assegnazione restano ancora oggi quasi 26.000 nuclei familiari presenti nelle graduatorie comunali. Se si sommano alle oltre 47 mila già assegnatarie, gli aventi diritto ad alloggio ERP costituiscono il 4,5% delle famiglie residenti in Toscana. La morosità da parte delle famiglie in affitto negli alloggi Erp in Toscana si attesta intorno al 7-8%, un dato molto basso rispetto alla media del resto d’Italia. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »