energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Casa, scattano le barricate in viale Gori Cronaca, Foto del giorno

Firenze – Scatta la protesta annunciata e pubblicizzata dal Movimento di Lotta per la Casa sulle politiche abitative del governo e dell’amministrazione. Circa un centinaio di persone si sono radunate in viale Gori, dove hanno dato vita a una sorta di presidio-manifestazione con slogan, striscioni e barricate erette con divani e altro materiale, oltre a un’altra linea di cassonetti. Sul posto, digos, polizia e carabinieri. Qualche disagio per il traffico, che viene gestito dalla polizia municipale. I manifestanti, che si sono posti nel mezzo del viale Gori fra le due barricate, dicono: “Resisteremo a oltranza”.

gori 2 con bambino

 

 

 

 

Le proteste si appuntano sull’art. 5 del nuovo piano della casa governativo, tacciato di incostituzionalità. Ricordiamo che l’articolo in questione impedisce di prendere la residenza nelle occupazioni e stabilisce che vengano interrotti i servizi primari. La protesta avviene all’altezza dell’hotel Concorde occupato, in cui risiedono anche moltissimi minori.

 

 

barricata gori

Un improvviso innalzarsi della tensione in questi ultimi minuti, in cui sembra che prenda corpo l’intenzione da parte delle forze dell’ordine di passare anche a azioni più decise se la protesta non viene rimossa entro qualche ora. In mezzo ai manifestanti ci sono numerose donne e bambini che risiedono nella struttura occupata.

“I poliziotti ogni mezz’ora venivano a dirci che ci avrebbero sgomberato”, affermano alcuni manifestanti. Dai microfoni si levano grida di sfida: “La polizia non ci fa paura, anzi, ci stimola. E’ una guerra di logoramento, siamo stanchi ma dobbiamo resistere più di loro.”
Alle 13.30, dopo più di 4 ore di presidio, i manifestanti abbandonano la barricata. “Abbiamo intenzione di proseguire con altre iniziative”, spiega Bargellini.

viale gori 2 col barge

Print Friendly, PDF & Email

Translate »