energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Cascine, riunione del Cosp, deciso nuovo piano di interventi per la sicurezza Breaking news, Cronaca

Firenze – Riunione stamattina in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato dal prefetto Valerio Valenti che ha accolto l’invito del sindaco Dario Nardella, presente stamane alla riunione. Il Cosp ha avuto al centro le soluzioni da adottare rispetto alle criticità connesse al tema della sicurezza nella zona del Parco delle Cascine. Oltre al Sindaco Nardella erano presenti l’assessore Albanese del Comune di Firenze e i vertici delle Forze dell’Ordine e della Polizia locale.

Nel corso del Comitato è stata condivisa l’esigenza di rafforzare nella specifica zona i servizi di monitoraggio e controllo che già negli scorsi giorni sono stati avviati con azioni massive da parte della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza.

E’ stato quindi concordato di effettuare servizi “ad alto impatto” che, anche con l’ausilio del Reparto mobile della Polizia di Stato e del Battaglione dei Carabinieri, nonché delle specialità, saranno definiti in sede tecnica dal sig. Questore  e che verranno rivalutati dal Comitato trascorse due settimane. L’esame dei risultati consentirà anche di definire eventualmente nuovi ulteriori interventi.

Allo scopo di incrementare l’attività di vigilanza nella zona, la Polizia Municipale, su disposizione del sindaco, ha inoltre già predisposto presidi fissi presso la fermata della tramvia presente alle Cascine, negli orari di maggiore afflusso, a tutela degli utenti che usufruiscono della linea tramviaria.

“Ringrazio il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica e in primo luogo il Prefetto e il Questore per aver risposto alle nostre richieste – ha detto il sindaco Dario Nardella – da ora abbiamo un piano ad alto impatto di sicurezza per le Cascine, che chiama in causa tutte le forze dell’ordine, a cominciare da Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza, e che vede anche un impegno molto intenso della Polizia Municipale. Il piano a tolleranza zero per le Cascine si rafforza anche dell’intensificazione delle attività di espulsione di immigrati irregolari che vengono trovati a delinquere nel parco. Noi puntiamo su un parco vivibile grazie alle istituzioni culturali presenti come il Maggio Musicale, grazie ai grandi eventi che nel corso della primavera e dell’estate si avvicendano, e grazie alle attività di svago, tempo libero e sport che si susseguono in quest’area con la presenza di molti impianti. Per poter fruire pienamente del parco però è necessario un giro di vite contro la criminalità che confidiamo possa portare frutti grazie a questo piano. Legalità, sicurezza e coesione sociale sono tre valori che vanno insieme”.

Per quanto riguarda l’ impegno della Polizia Municipale sulle Cascine, ci saranno 12 pattuglie al giorno dedicate a quest’area: fino dalle prime ore della mattina impiegate 5 pattuglie nella fascia 7.00-14 e altre 5 nel pomeriggio (14-20), di cui 2 dedicate in orari sensibili ad un presidio alle fermate tranviarie Carlo Monni e Paolo Uccello. Altre 2 pattuglie sono impegnate la sera fino a tardi.

“Eccezionale l’impegno dei nostri agenti della Polizia Municipale – ha detto l’assessore Albanese – che già da lunedì hanno cominciato un pattugliamento serrato delle Cascine. L’obiettivo è riportare legalità in ogni angolo di questo meraviglioso parco garantendo la sicurezza della cittadinanza grazie alla nostra Polizia Municipale e a Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza”.

Nella riunione è stata approfondita anche la questione del *passaggio dal binario 16 della stazione di Santa Maria Novella* con accesso dalla pensilina Gae Aulenti. “Per ragioni di sicurezza ad oggi il passaggio è consentito a chi ha un titolo di viaggio per il trasporto urbano o del treno, escludendo quindi chi ha un biglietto o un abbonamento del trasporto pubblico extraurbano – spiega l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti -. Da tempo chiediamo alle Ferrovie l’estensione del passaggio a questa categoria di utenti e adesso, con l’attivazione dell”hub di Montelungo dove fanno capolinea numerose linee del trasporto pubblico extraurbano, il tema è diventato particolarmente urgente. La buona notizia è che è stato deciso di consentire anche ai viaggiatori dei bus di linea extraurbani di passare dal binario 16”. Nella riunione è stato infatti concordato una sperimentazione di 3 mesi. “Ringraziamo il Prefetto e il cosp per l’attenzione e disponibilità nel risolvere le problematiche di cui abbiamo parlato stamani, molto sentite dai cittadini” hanno detto gli assessori Giorgetti e Albanese.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »