energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Case, Firenze calo prezzi minore rispetto a tutte le altre grandi città Economia

Firenze – Si è svolto ieri il convegno di Tecnocasa che ha messo la lente sul mercato immobiliare cittadino. A Firenze nella seconda parte del 2014 i prezzi delle abitazioni sono diminuiti mediamente del 2,4%.Il primo dato rilevante è che, sebbbene nella seconda parte del 2014 a Firenze i prezzi delle case sono calati ancora del 2,4%, tuttavia la città del giglio è quella dove il calo è stato meno rilevante rispetto a tutte le altre grandi città italiane.

Il mercato fiorentino – E’ molto dinamico il centro, grazie a transazioni in aumento, tempistiche medie di compravendita in calo e prezzi in leggero rialzo (+0,9%); da segnalare un fortissimo aumento di affitti turistici da parte di privati e società di servizi. In zona Santa Croce il mercato è alimentato da numerosi investitori (e qualche straniero che acquista come casa vacanza), nell’area di San Gallo si realizzano acquisti, e in qualche caso anche affitti, per avviare affittacamere o B&B.

Per quanto riguarda la domanda e la modalità di spesa, vince il quadrilocale, con buona capacità di spesa media. La tipologia più richiesta è il quadrilocale con il 31% delle preferenze, a seguire il trilocale con il 27,1%. L’analisi della disponibilità di spesa evidenzia che il 31% dei potenziali acquirenti rientra nella fascia compresa tra 170 e 249 mila €, seguita dal 24,9% della fascia successiva (250-349 mila €).

Il mercato delle locazioni vede un leggero calo dei canoni nel secondo semestre del 2014, pari a -1,3% per i bilocali e -1,8% per i trilocali.

Compravendite, vivacizzato il mercato: in aumento le transazioni immobiliari sia in città sia in provincia. A Firenze città sono state vendute 3.789 abitazioni, in aumento del 13,3% rispetto al 2013. La provincia chiude l’anno con 4.309 compravendite, in rialzo del 12% rispetto all’anno scorso.

Per quanto riguarda tendenze e novità, due sono le principali novità emerse sul mercato fiorentino. Intanto, l’incremento delle compravendite trova una motivazione nella maggiore propensione delle banche ad erogare i finanziamenti (infatti si registrano volumi in aumento); in secondo luogo, il nuovo regolamento urbanistico ed edilizio, che fra le altre cose interviene sulle modalità di cambio di destinazione d’uso delle abitazioni, è una novità che potrebbe modificare l’andamento del mercato immobiliare in particolare nelle zone più centrali. Fra gli elementi significativi, gli appartamenti frazionati dovranno avere metrature di almeno 50 mq; inoltre, quando si procede ad un frazionamento sarà necessario che una finestra di una delle stanze non sia rivolta fronte strada.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »