energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Case Passerini, sarà Hera il partner di Quadrifoglio Ambiente

L'iter avviato nel maggio 2009 da Quadrifoglio per l'individuazione del socio privato di minoranza/partner industriale si è concluso individuando appunto la multiutility bolognese – assistita da un pool di banche costituito da Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo Spa (Gruppo Intesa SanPaolo) e MPS Capital Services Banca per le Imprese Spa (Gruppo Montepaschi) – il partner in grado di rispondere a pieno alle richieste contenute nel Bando di gara. L'impianto, come previsto dal Piano Provinciale dei Rifiuti, è parte del sistema integrato  di 136.760 tonnellate annue (circa 400 tonnellate al giorno), equivalenti a circa il 40% dei rifiutiche oggi rimangono a valle delle raccolte differenziate e vengono traspoirtatenelle discariche fuori Provincia. La realizzazione dell'impianto, in cuiopereranno circa 50 persone, fra addetti diretti ed indiretti. Grazie al doppio sistema di trattamento fumi, l'impianto potrà avere emissioni in atmosfera molto inferiori rispetto ai limiti di legge. Per quanto riguarda invece il recupero energetico, l'impianto sarà dotato di generatore di 17,6 MWe (potenza nominale) che sarà quindi in grado di produrre annualmente circa 125 GWh di energia elettrica. Di questi, circa 106 GWh saranno ceduti alla rete, pari al consumo elettrico annuale di circa 40.000 famiglie. Il termovalorizzatore di Case Passerini, potrà avvalersi del supporto del Sistema di Supervisione Impianti Centralizzato del Gruppo Hera, un sistema capace di garantire il monitoraggio continuo dei principali parametri di processo e produzione: i valori di emissione monitorati in continuo del nuovo termovalorizzatore saranno resi disponibili attraverso internet. Il Gruppo Hera, attraverso la controllata Herambiente, gestisce 6 termovalorizzatori gestiti, per rifiuti urbani e rifiuti speciali non pericolosi, a Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì e Rimini.

"La aggiudicazione da parte di Hera spa della gara per il partner privato per la società veicolo di Quadrifoglio per la costruzione del nuovo impianto di recupero di energia da rifiuti di Case Passerini, chiude una lunga fase di discussioni e rinvii e apre finalmente la fase realizzativa dell'impianto di gestione dei rifiuti urbani più' importante della Toscana",. Questo  il commento di Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana, alla notizia della conclusione della gara. "Una notizia importante sia perché consente l'avvio dell'iter di costruzione dell'impianto, sia perché l'azienda partner di Quadrifoglio é una società importante nel panorama nazionale, una azienda pubblica quotata in Borsa e dotata di un know how gestionale di prima grandezza", ha aggiunto.

Ci sono quindi tutti i presupposti per realizzare bene ed in tempi rapidi l'impianto più importante della Toscana, dopo anni di blocchi e di rinvii.  Occorre completare l'opera rapidamente per garantire all'ato centro e alla Toscana tutta un sistema affidabile di gestione dei rifiuti urbani baso sul recupero di materiali e sul recupero di energia attraverso impianti moderni, efficienti e sostenibili. Ci auguriamo che tutti gli attori del sistema facciano adesso la loro parte per garantire un iter autorizzativo e realizzativo rapido. Nasce grazie all'iniziatva di Quadrifoglio una partneship industriale di grande importanza nel settore ambientale toscano, presupposto per un opera che portera' benefici ambientali, economici ed occupazionali. Un esempio importante di una Toscana che fa, che investe, che innova. Un pezzo di green economy e di politica energetica innovativa che allinea l'area urbana fiorentina alle realtà europee più  evolute. (COM)

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »