energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Caso di meningite meningococcica a Firenze Cronaca

Ha festeggiato la notte fra il 31 ottobre ed il primo novembre, ossia la festa di Halloween, nella discoteca fiorentina Space Electronic di via Palazzuolo, la ragazza che è stata ricoverata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze in quanto affetta da meningite meningococcica. La malattia è causata da un batterio e si trasmette per via respiratoria e soprattutto in condizioni di sovraffollamento in ambienti chiusi. I sintomi patologici evidenti sono la febbre alta, la cefalea intensa, il vomito, la rigidità nucale, l’agitazione ed il torpore. Per tenere la situazione sotto controllo la Asl 10 di Firenze ha già effettuato l’indagine epidemiologica sulla giovane, individuando anche i possibili contatti della ragazza negli ultimi 10 giorni. Il periodo di incubazione di questo tipo di meningite, infatti, varia da 3-5 giorni fino ad un massimo di 10 giorni dall’ultimo contatto con il soggetto portatore del batterio. «A titolo precauzionale, e senza fare allarmismi – ha dichiarato l’assessore regionale al Diritto alla Salute, Daniela Scaramuccia – è opportuno che quanti sono stati in contatto con la ragazza negli ultimi 10 giorni eseguano profilassi, rivolgendosi al proprio medico curante o alla guardia medica». La ragazza frequenta l’istituto di istruzione secondaria superiore Peano, in via Andrea del Sarto. Alla scuola la Asl 10 di Firenze ha comunicato che non sono necessari interventi particolari di disinfezione dei locali scolastici, ma che è necessaria semplicemente la loro areazione ed una pulizia eseguita a fondo e con varichina. Medici ed assistenti dell’Unità funzionale di sanità pubblica della Asl 10 si sono comunque recati presso la scuola frequentata dalla ragazza ed hanno incontrato il corpo docente e gli alunni per avvertirli della necessità, per chi avesse trascorso momenti prolungati con la giovane affetta da meningite, di effettuare una chemioprofilassi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »