energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cassa Depositi e Prestiti apre la sede di Firenze entro giugno Breaking news, Economia

Firenze – Aprirà, secondo notizie di agenzia, la prima sede di Cassa Depositi e Prestiti a Firenze entro il primo semestre del 2020. La sede sarà in piazza della Repubblica. A renderlo pubblico è Fabrizio Palermo, ad di CdP, in occasione della firma del protocollo d’intesa sottoscritto con la metrocittà per la realizzazione della nuova scuola “Meucci – Galilei”. Le operazioni cui si guarda in città, spiega Palermo, sono un serie di interventi per quanto riguarda la cosiddetta “rigenerazione urbana”, sia sull’immobiliare, che per quanto attiene le infrastrutture, anche trasporto, fra cui in primis, come annunciato, la tramvia.

In realtà, sebbene non in sede fisica, ma come soggetto importante per molte operazioni immobiliari di vendita di immobili pubblici a “soccorso” degli enti comunali, CdP non è certo sconosciuta a Firenze. E’ il caso ad esempio, come ricorda Antonio Fiorentino nel suo libro “A chi fa gola Firenze”, “dell’ex Caserma Vittorio Veneto di Costa San Giorgio, ceduta alla Lionstone Development, una multinazionale americana della famiglia Lowenstein, della ex Manifattura Tabacchi, venduta alla holding inglese Aermont Capital, dell’ex Teatro Comunale, per il quale sta trattando con il gruppo americano Hines per la trasformazione in residenze, albergo e studentato, ecc.”. Mentre nel suo portfolio sono presenti ancora “l’Ex Ospedale Militare di Via San Gallo, il Palazzo Vivarelli Colonna di Via Ghibellina, il Complesso Bardini a poche centinaia di metri da Ponte Vecchio, il Palazzo Gerini in Via Buonarroti, e tanti altri in attesa di essere valorizzati”.

Ma chi è e cos’è Cassa Depositi e Prestiti?  Intanto è una spa controllata all’83,86 per cento dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, mentre per la parte restante,  da 61 Fondazioni Bancarie. Si colloca al terzo posto per importanza come operatore finanziario in Italia.

La Cassa, ricorda ancora Fiorentino nel libro, nasce come “gestore” del risparmio postale che,  “raccolto tramite gli sportelli postali con la garanzia dello Stato”, doveva essere impiegato “in forma di prestiti alle amministrazioni pubbliche per finanziare investimenti di carattere sociale”. Dal 2003 qualcosa cambia, spostando le funzioni della Cassa sempre più in senso finanziario.  CdP spa controlla sei società: SACE, Fintecna, CDP Equity, CdP Investimenti Sgr, CdP RETI, CdP Immobiliare.

Foto: Luca Grillandini

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »