energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Cassazione, terzo e definitivo colpo all’inchiesta Open Cronaca

Firenze – La Cassazione ha annullato per la terza volta l’ordinanza del tribunale del riesame che rigettava il ricorso contro i sequestri subiti dall’imprenditore Marco Carrai nell’ambito dell’inchiesta sulla fondazione Open.

Lo rende noto l’avvocato Massimo Dinoia, uno dei difensori di Carrai, specificando che la Cassazione ha annullato senza rinvio, quindi il provvedimento è divenuto definitivo.

“Con questa sentenza il Supremo Collegio ha chiuso, una volta per tutte, la questione e ha statuito che non sussiste neppure l’ipotesi astratta (il ‘fumus’ come dicono quelli che parlano bene), del delitto di illecito finanziamento di partito e che la Fondazione Open ha sempre operato lecitamente per il raggiungimento dei suoi scopi statuari”, commenta l’avvocato secondo il quale “resta francamente incomprensibile la scelta processuale della Procura di Firenze: soltanto dopo che era stata celebrata davanti alla Cassazione l’udienza di discussione e dopo che quest’ultima aveva rinviato al solo scopo di rendere nota la sua decisione, la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio degli imputati, senza attendere di conoscere la deliberazione della Corte”.

La decisione della Cassazione segue l’udienza di ieri davanti alla Suprema Corte, dopo il rinvio da fine gennaio. Nel frattempo, il 9 febbraio, è stata notificata agli indagati, in tutto 11, tra cui – oltre a Carrai – Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, Luca Lotti, e Alberto Bianchi, la richiesta di rinvio a giudizio da parte della procura di Firenze. L’udienza preliminare si terrà il 4 aprile prossimo. (ANSA)

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »