energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cassioli e le medaglie olimpiche, mostra ad Asciano Cultura

Firenze – All’artista Giuseppe Cassioli (1865-1942) è dedicata una mostra organizzata dal Comune di Asciano dal titolo “Le medaglie olimpiche di Giuseppe Cassioli’’, che si aprirà al pubblico sabato 15 dicembre 2018 al Museo Cassioli e sarà visitabile fino al 31 dicembre 2019.

La mostra è stata allestita per celebrare i 90 anni dalle Olimpiadi di Amsterdam e per omaggiare l’artista e la sua arte che ha portato il nome della Toscana e delle Crete Senesi nel mondo,

Cassioli, infatti, è celebre per le sue opere nella Basilica di Santa Croce e per la porta bronzea della Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, ma anche perché, dopo aver vinto il Concorso Internazionale indetto dal CIO (Comitato Internazionale Olimpico), disegnò la medaglia per le premiazioni delle Olimpiadi di Amsterdam 1928.

 

Un modello, risultato vincitore su oltre 50 bozzetti presentati da artisti di tutto il mondo, che è rimasto in uso fino a Sidney 2000 per dare una immagine univoca alla medaglia che fino ad allora variava ogni anno.

Sono cinque le sezioni dell’esposizione: nell’area dedicata agli insegnamenti dell’Accademia d’arte sono evidenziati i legami che si intersecano tra arte e sport; si prosegue con un focus su come si realizza una medaglia con la proiezione di un video realizzato negli Stabilimenti artistici fiorentini; in un’altra sezione sono fornite informazioni dettagliate sulla vita e sulle opere di Giuseppe Cassioli tra pittura e scultura; si prosegue con la proiezione di un video con filmati d’epoca relativi alle edizioni delle Olimpiadi in cui la medaglia di Giuseppe Cassioli è stata protagonista.

Infine, il visitatore potrà, attraverso un visore di realtà aumentata, rivivere le emozioni e i successi delle Olimpiadi contrassegnate dall’estro dell’artista toscano.

La mostra ospita bozzetti, coni e medaglie nonché i documenti originali che attestano la vittoria di Cassioli al concorso del CIO e lo scambio epistolare con il Comitato Olimpico, con suggerimenti e modifiche richieste dalla giuria per arrivare alla realizzazione del disegno ufficiale della medaglia. Come ha spiegato stamattina Francesco Brogi, il vicepresidente Associazione Richerche Culturali Asciano, durante la presentazione del progetto al Consiglio regionale della Toscana, sono documenti che erano nascosti per molto tempo e arrivati ai ricercatori solo grazie al figlio di Giuseppe Cassioli che negli anni ’90 li ha affidati nel suo testamento alla comunità di Asciano.

Paolo Bonari, sindaco di Asciano, è orgoglio del progetto: “Per Asciano come piccolo comune si tratta di un tesoro da valorizzare, di un patrimonio grande di un arista poco valutato anche se ha fatto opere importanti.”

Anche Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale della Toscana, evidenzia il valore dell’esposizione in onore dell’artista toscano: “Quello che è importante è sapere che dal 1886 ad oggi, questa è la vita degli Olimpiadi, ci sono più medaglie di Cassioli nel mondo di qualsiasi altro scultore.”

Ad inaugurare l’esposizione sabato 15 dicembre 2018 alle ore 16.00 al Museo Cassioli sarà allora una cerimonia alla quale interverrà fra l’altro anche l’Oro Olimpico Los Angeles 1984 Alessandro Andrei. Poi durante tutto il 2019 gli organizzatori proporranno incontri e tavole rotonde su tematiche legate allo sport e all’arte: dal fair play all’omofobia ala disabilità per sensibilizzare sull’importanza dei valori sani e genuini trasmessi dalle discipline sportive; ma anche incontri dedicati all’arte della medaglia.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »