energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Castello, via libera della giunta al piano esecutivo Breaking news, Cronaca

Le parole d’ordine le ha lanciate lo stesso sindaco nel corso della presentazione, e secondo il primo cittadino la logica del Piano sarebbe improntata a sostenibilità, ambiente e futuro. “Dimezziamo di fatto i volumi a costruire del vecchio piano di Castello ripensando le funzioni con la possibilità di realizzare finalmente la nuova Mercafir, che sarà una cittadella del cibo e della qualità della vita 2.0, con l’obiettivo centrale di preservare il parco di Castello con i suoi 80 ettari, concepito non solo come polmone ambientale ma anche come vero e proprio parco urbano: il più grande di tutta l’area metropolitana fiorentina insieme a quello agricolo della Piana, pensato per le famiglie e per i bambini. Con l’obiettivo anche di ridurre tutti i volumi a destinazione direzionale pubblica per bloccare il processo di svuotamento del centro della città dalle funzioni pubbliche e contenere il fenomeno dell’esplosione dello sfruttamento turistico commerciale del centro”. Oltre a ciò, Nardella rimarca l’aspetto della riqualificazione dell’intera area, riferendosi in particolare ai progetti che vedono un sistema di infrastrutture di mobilità. Fra queste, la nuova viabilità che collega il parco, l’area di Castello e la scuola Marescialli, oltre al rafforzamento di tutto il sistema del trasporto su ferro.  A questo proposito ricorda “la nuova fermata Guidoni delle Ferrovie dello Stato, la fermata della tramvia linea 2 di Peretola e la realizzazione di un parcheggio scambiatore all’altezza di Peretola e di un grande parcheggio all’altezza di viale XI Agosto”.

L’approvazione del piano esecutivo di Castello comporta anche, come hanno ricordato Nardella e l’assessore Bettarini, una serie di ricadute su altri progetti fortemente impattanti nell’area, come l’aeroporto e lo stadio. “La nuova variante di Castello – hanno detto – è in linea con il piano di rischio della nuova pista dell’aeroporto e costituisce quindi un ulteriore rafforzamento del progetto di realizzazione dell’aeroporto per quanto riguarda il Comune”.

Inoltre, si configurerebbe, secondo Nardella e Bettarini,  il via libera definitivo alla realizzazione dello stadio. “Da ora in poi, infatti, il Pue di Castello consente lo spostamento della Mercafir e dunque la realizzazione dello stadio con tutte le attività connesse di carattere commerciale e turistico. Infine, il complessivo quadro di riqualificazione dell’area che aspettavamo da anni non comporta alcun significativo aumento dei volumi commerciali. Come Comune, seguiremo con scrupolosa attenzione che lo sviluppo delle attività commerciali non danneggi la rete di distribuzione commerciale di vicinato del Quartiere 5”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »