energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cavalli detenuti in condizioni precarie, denunciati allevatore e responsabile Breaking news, Notizie dalla toscana

Empoli – Carabinieri Forestali della Stazione Carabinieri Forestale di Empoli hanno eseguito una serie di accertamenti, a seguito di alcune segnalazioni, presso un allevamento di cavalli a Ormicello, nel Comune di Empoli.
Nei primi sopralluoghi, veniva constatata la presenza di sette cavalli adulti e di due puledri. Tutti gli animali, come si legge nelal nota diffus alla stampa, “erano detenuti in strutture precarie e non idonee, inoltre le condizioni igieniche erano insufficienti (i luoghi di detenzione dei cavalli erano stracolmi di letame, gli stalli non venivano puliti da molto tempo), inoltre un cavallo aveva una ferita aperta sul torace.

Il titolare riferiva che l’ASL Servizio Veterinario aveva già impartito prescrizioni per lo spostamento degli animali in luogo idoneo e affermava anche che sarebbero spostati nel giro di pochi giorni. I Forestali nel corso del primo accertamento constatavano anche varie irregolarità amministrative nella gestione dell’allevamento, quali la mancanza dei registri di carico /scarico, il Mod. IV per il trasporto degli animali, il registro dei trattamenti farmacologici, la mancata tracciabilità dei cavalli.

Da una seconda visita dei Forestali, effettuata insieme ai Medici Veterinari dell’ASL, per verificare se gli animali erano stati spostati o sistemati in maniera idonea, risultava che i cavalli non c’erano più, mentre il titolare mostrava tre Mod. IV cartacei che attestavano lo spostamento dei cavalli. I modelli forniti non erano elettronici (dal 2 settembre 2017, la
normativa prevede l’utilizzo di Mod. IV in modalità informatica attraverso la banca dati nazionale – BDN-) e la destinazione dei cavalli dichiarata, come accertato in seguito, non veritiera.

Inoltre risultava che anche altri cavalli introdotti nell’allevamento oggetto di controllo e poi spostati, dopo pochi mesi di detenzione, risultavano fortemente denutriti e sofferenti a seguito della mancanza di cure e di cibo.  Il titolare e responsabile dell’allevamento è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di Maltrattamento di animali e di Falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »