energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cavani da corsa Rubriche

Ma noi siamo sempre con voi anche in questi ultimi giorni del 2011 (per i Maya dovrebbe essere l’ultimo capodanno della terra, quindi godiamocelo!).
Scoppiettante mercoledì di calcio che fa da contraltare ad un martedì di noia totale. Il big match tra le due capoliste, Udinese e Juventus, finisce con uno squallido e poco divertente 0 a 0 che si salva dall’essere la più brutta partita della giornata solo perché il giorno prima avevamo assistito a quello “spettacolo”  agghiacciante che è stata Siena – Fiorentina. Si salva solo Jovetic che gira al volo esaltando Brkic! Ma, come cantava il “Califfo”, tutto il resto è noia.
Ammucchiata di gol, invece, la sera dopo che con 27 gol in 7 partite regala emozioni e punti d’oro.
Non possiamo che partire dal set vinto dal Napoli (6 -1 al Genoa): Cavani segna una doppietta che lo rilancia in classifica marcatori dopo un periodo di appannamento e, soprattutto, torna a giustificare le spese effettuate da noi fantallenatori in sede d’asta. Sicuramente sarà stato uno dei più pagati. Hamsik comincia ad ingranare (secondo gol consecutivo) e anche Pandev può cominciare ad essere considerato una valida alternativa, di quei giocatori che si possono mettere primi panchinari con un secondo panco titolare sicuro. Perché se Pandev gioca ha buone possibilità di segnare. Le reti di Zuniga, Jorquera e Gargano fanno si che da questo match escano un sacco di punti utilizzabili, tra inaspettati e sperati.

Anche i due 4-1 (Atalanta – Cesena e Inter – Lecce) abbracciano varie categorie:
– Attaccanti che inaspettatamente si mettono in luce accendendo le loro quotazioni per il mercato di riparazione: Marilungo (2 gol) e Muriel;
– Bomber di razza che quest’anno non sbagliano un colpo: il solito Denis, già a quota 12 gol;
– Centrocampisti dal golletto facile e altri che potrebbero essere campioni: Cambiasso, Candreva e Alvarez;
– Attaccanti che zoppicano, ma che potrebbero rinascere da un momento all’altro: Pazzini;
– Difensori che fanno una partita incredibile, impreziosendola con un super gol: Peluso;

A questi marcatori si aggiunge Milito, ma per lui va fatto un discorso a parte perché è incredibile come un giocatore che un anno e mezzo fa segnava gol a grappoli in tutte le competizioni, adesso si ritrovi a  faticare così tanto per fare un misero gol in una goleada. Ignoriamo questa metamorfosi, ma sinceramente non siamo sicuri che possa mai più tornare quello di prima. Non fosse altro che per l’età.

Il Parma ripete il risultato della giornata precedente ma, a differenza di quella con il Lecce, stavolta la partita era già vinta e il Catania l’ha ripresa per i capelli.
Da segnalare, oltre al ritrovato Floccari (7,5 + 3), anche questo Lodi che tra punizioni e rigori è già a quota 4 gol. Niente male per un centrocampista. Stesso ruolo di Almiron che lo insegue a quota 3.
Arriva a quota 2 lo scatenato Biabiany, che pare davvero essere tornato alla forma dei tempi in cui raggiunse l’Inter. Ottimo acquisto.

Spostiamo adesso la nostra attenzione sul sintetico del Piola dove la copertina è tutta per Rigoni: il trequartista del Novara segna e fa il bello e il cattivo tempo (come succede quasi regolarmente dall’inizio del campionato) nell’entusiasmante rimonta dei padroni di casa. Male il Palermo che, però, con Ludi e Bertolo trova i primi gol fuori casa.

Chiusura doverosa per  Bizzarri che, nello 0 a 0 della Lazio con il Chievo, fa almeno cinque interventi miracolosi portandosi a casa un bell’8 e regalando un punto alla Lazio che senza di lui avrebbe sicuramente perso, visto l’andamento della partita.

Siamo felici di aver ricevuto molte mail questa settimana e come promesso risponderemo al quesito più interessante che a nostro parere arriva dalla mail di Giovanni da Prato.
Giovanni giustamente ci chiede :” Ma come è possibile che ogni domenica troviamo dei voti totalmente diversi dati allo stesso giocatore? I pagellisti hanno degli interessi nascosti che li portano a manipolare i voti? Non è che fanno il fantacalcio anche loro?”
Noi siamo d’accordissimo con il nostro lettore sul fatto che a volte ci siano dei voti dati totalmente a caso. Capita che lo stesso giocatore prenda 7 dalla redazione di Milano e da quella di Roma 5…Che senso ha? Finché la differenza è tra un 6 e un 6,5 non c’è niente di male, perché è normale che per due persone diverse il medesimo giocatore abbia fatto una partita leggermente migliore o peggiore. Ma non può essere che per due giornalisti professionisti un giocatore sia risultato il migliore in campo per uno e il peggiore in campo per l’altro… Assurdo!
Quindi germoglia il seme del sospetto! Che i giornalisti facciano il fantacalcio? Possibile! Che i figli dei giornalisti lo fanno e chiedono al padre un occhio di riguardo per i loro giocatori? Sicuro!
Altra teoria interessante è che i giornalisti siano amici dei procuratori e che quindi tendano a bacchettare o meno un assistito dell’amico.
Siamo troppo dietrologhi? Ma si sa: a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca!
Quindi, caro Giovanni, ti consigliamo di fare come noi e mandare una mail al pagellista di turno della Gazzetta (nome.cognome@gazzetta.it) ogni volta che qualcosa non ti torna. Noi l’abbiamo fatto e spesso abbiamo avuto risposta. Qualche volta addirittura ci hanno dato ragione ma ovviamente non hanno mai rettificato il giorno dopo. Sarebbe un sogno se prima o poi succedesse.
L’unione fa la forza! Se ogni lunedì il pagellista ricevesse montagne di mail magari la domenica successiva darebbe dei voti più obiettivi…
Speriamo!
La foto è presa da: goal.com
Un saluto a tutti quelli che per colpa dei Maya pensano che questo sarà l’ultimo campionato completo e quindi va vinto a tutti i costi!

BUON ANNO A TUTTI!!!!

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »