energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

C’è il Grenoble e i Cavalieri prendono il mediano di apertura Matzeu Sport

Una sfida durissima per il XV di De Rossi e Frati che si aspettano di giocare contro il Grenoble che, conservando ancora qualche speranza di passaggio del turno dopo la vittoria nel derby transalpino contro lo Stade Français, scenderà in campo con la mentalità di vincere senza correre rischi cercando di ripetere la prestazione dell'andata quando si impose contro i tuttineri pratesi per 59 a 3. 
Una sfida resa difficile anche dagli infortuni di Majstorovic e McCann (ne avranno dalle tre alle cinque settimane) che hanno dimezzato la lista dei convocabili sui trequarti; al centro verrà provato per la prima volta Marco Pelizzari, autore fin qui di ottime prestazioni in terza linea, con il giovane Crestini che partirà dal primo minuto davanti al pubblico di casa. In regia capitan Patelli sarà affiancato da Ragusi, con Marco Frati e Della Ratta pronti a subentrare a partita in corsa. Un turno di riposo anche per Ngawini, sempre titolare fin qui, Nifo, Giovanchelli e Bernini, mentre anche Vezzosi, Garfagnoli e De Gregori sono out per infortunio.
Infortuni che non dovranno essere un'alibi per questa ultima partita di Amlin, dove I Cavalieri dovranno dimostrare ancora una volta di sapersi difendere alla grande anche in Europa, mostrando anche i progressi offensivi (7 mete segnate in casa nei due precendeti scontri).

Questa la formazione annunciata da De Rossi e Frati: Sepe, Tempestini, Crestini, Pelizzari, Lunardi, Ragusi, Patelli (k), Saccardo, Del Nevo, Damiani, Boggiani, Cavalieri, Roan, Lupetti, Cannone.
Panchina: Borsi, Balboni, Boscolo, Petillo, Frati, Della Ratta, Ruffolo, Pozzi

Francesi invece che convocano: Alexandre, Best, Bouchet, Buckle, Butonidualevu, Coetzee, Darbo, David, Fabro, Faure, Hegarty, Jaouher, Laharrague, Nicolas, Ninard, Nouhaillaguet, Pelissie, Rey, Sowerby, Taukeihao, Tuculet, Vanderglas, Waqaseduadua.

Intanto Cavalieri hanno ingaggiato il mediano di apertura Simone Matzeu (classe '92), proveniente dal St.Etienne, formazione francese di Fed1. Proprio come Simone Ragusi, arrivato in estate a Prato dall'accademia gallese degli Ospreys, Simone Matzeu, viterbese di nascita, 189cm x 86kg,  dopo aver scelto due anni fa di lasciare il vivaio del Petrarca Padova per approdare alla corte di Pierre Berbizier nell'accademia parigina del Racing Metro, ha deciso di ritornare in patria scegliendo il progetto de I Cavalieri proposto da De Rossi e Frati, alla ricerca di un sostituto di Riccardo Della Rossa.
“Simone è un giovane che prima di tutto mi ha colpito per la voglia di imparare e di mettersi in discussione” commenta Frati “ a 19 anni è andato all'accademia del Racing Parigi e a 20 ha poi scelto di rimanere in Francia nel St.Etienne in Fed1, facendo un percorso simile a quello di Simone Ragusi. Le premesse a livello umano per diventare un grande giocatore ci sono tutte. Dalle prime sedute di allenamento fatte con noi, si capisce che ha una buona comprensione di gioco, una buona tecnica individuale e sta bene fisicamente.Con l'assenza forzata di Dellarossa era importante trovare un giocatore con le sue caratteristiche anche di calciatore; l'auspicio è quello di contribuire alla sua formazione per diventare un giocatore di alto livello, utile in futuro alle franchigie celtiche e alla nazionale.”
Per vedere in campo i due nuovi acquisti, Matzeu e Siale, bisognerà aspettare la prossima partita di campionato in programma per il 26 gennaio 2013, quando I Cavalieri saranno di scena a Roma contro le Fiamme Oro.

matzeu.jpeg

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »