energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cecina Mare, dal 4 settembre al via il Meeting Antirazzista Breaking news, Cronaca

Firenze – Quattro giorni per parlare di migrazioni e antirazzismo,  dell’emergenza climatica e dei conflitti dimenticati nel mondo, dell’antifascismo e anche di solidarietà. Torna a Cecina Mare dal 4 al 7 settembre il Mia, ovvero il Meeting internazionale antirazzista, che quest’anno festeggia un quarto di secolo. Organizza l’Arci, con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, del Comune di Cecina e del Cesvot.

Il programma è stato presentato  a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della giunta regionale. E’ stato l’assessore alla presidenza e all’immigrazione della Toscana, Vittorio Bugli, a fare il punto sui valori profondi che costituiscono le radici di questo appuntamento ormai storico: antirazzismo, solidarietà e accoglienza,  trasmessi dalle carte fondamentali, la Costituzione e lo Statuto della Regione Toscana. Valori che vanno rafforzati, “soprattutto in questo momento”. E fra gli strumenti,  il Meeting Antirazzista di Cecina, che da anni si fa carico della diffusione “di una cultura di apertura verso gli altri, senza trascurare temi altrettanto urgenti come quello dell’antifascismo e dell’emergenza climatica, che dovrebbe essere prioritario nell’agenda di ogni amministratore che abbia a cuore il futuro del pianeta. Per questo la Regione Toscana sostiene il meeting e parteciperà alle giornate di Cecina assieme a esperti, testimoni e altri amministratori. Porteremo – spiega l’assessore – la nostra idea di una società civile che escluda l’abbandono e l’emarginazione, il razzismo e l’odio sociale e che si impegni a consegnare ai nostri figli un modello di sviluppo sostenibile. Un percorso che non vogliamo fare da soli ma assieme al volontariato e all’associazionismo”.

Il presidente di Arci Toscana, Gianluca Mengozzi, torna sulla necessità di questo strumento. “A chi ci chiede se, dopo 25 anni, serve ancora una manifestazione come il Meeting Antirazzista – dichiara – non possiamo che rispondere con un deciso sì. Lo dimostrano il sospetto, l’intolleranza e la violenza verso l’altro che viziano il clima di questo Paese, lo dimostra un linguaggio politico spregiudicato che è la traduzione di altrettanto spietate azioni politiche e lo dimostrano le cronache dell’Italia del 2019”.

All’emergenza climatica è dedicata la chiusura della manifestazione del meeting, sabato 7 settembre alle 17.30, con l’incontro “Crisi ambientali e flussi migratori” a cui tra gli altri parteciperanno il direttore del Lamma Bernardo Gozzini e il presidente di Legambiente Toscana Fausto Ferruzza. Al meeting non mancherà neppure Mediterranea Saving Humans, la piattaforma fondata anche da Arci nazionale per monitorare la situazione nel Mediteranneo e salvare vite in mare, quelle dei migranti che in cerca di un futuro migliore sfidano le acque sui barconi. Con Mediterranea sono previsti due giorni di formazione per volontari che vorranno prendere parte, a terra o in mare, alle future missioni della mare nave Jonio, protagonista anche mercoledì di un nuovo salvataggio.

“Abbiamo voluto offrire la possibilità a operatori del settore e alle cittadine e ai cittadini di approfondire i grandi temi che segnano l’attualità e su cui è necessario informarsi per saper leggere il mondo di oggi – spiega il responsabile Immigrazione di Arci Toscana Simone Ferretti, che ha curato il programma – Anche gli spettacoli rappresentano un’offerta più variegata rispetto al passato, con la letteratura che torna al centro delle nostre serate, affiancandosi alla musica d’autore”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »