energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cenone di S.Silvestro alla carta per i fiorentini Cronaca

Firenze – Cenone sì, ma meglio se alla carta. La necessità di risparmiare da un lato e la voglia di brindare in piazza dall’altro spingono sempre più i fiorentini che sceglieranno il ristorante per la sera del 31 dicembre a prediligere i menu alla carta. In questo modo il prezzo scende – con 40-50 euro si può cenare in pizzeria o in trattoria, – e il cenone diventa ‘easy’. Chi invece opterà per i classici menu di capodanno spenderà mediamente 90 euro. “Si tratta di menu completi, di carne o di pesce, con 5-6 portate, vini abbinati e champagne”, spiega il vicepresidente Fipe Firenze, Andrea Angelini. “Il cenone piace sempre – prosegue Angelini -. L’abitudine però di festeggiare il nuovo anno in piazza fa sì che le prenotazioni vengano fatte sempre più all’ultimo minuto”.  Il desiderio di trascorrere l’ultima serata dell’anno all’insegna della tradizione comunque resiste. Si tratta di un rito di passaggio tra vecchio e nuovo che sfida le mode.

Se il turista predilige sempre e comunque i menu di carne, i fiorentini non rinunceranno allo zampone e alle lenticchie, sperando che portino davvero un po’ di fortuna. Altrimenti, che ultimo dell’anno sarebbe? “Per ora, come prenotazioni registriamo una leggera flessione rispetto all’anno scorso, ma contiamo di recuperare anche stavolta coi ‘last minute’ – dice Lino Amantini, presidente Fipe Firenze -. Certo, scontiamo il fatto che quest’anno in centro ci saranno un po’ meno eventi. Ecco perché ancora non c’è il pienone. Ma la qualità dei piatti offerti e l’atmosfera unica dei nostri locali sapranno invogliare tutti coloro che non vorranno rinunciare alla buona tavola. Oltretutto, tra i ristoratori c’è chi, considerato il particolare momento che stiamo vivendo, offre menu a prezzi più bassi dello scorso anno”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »