energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cento volte Bartali: serata al Verdi per il grande campione Sport

Firenze – Si è risolta con un grande successo la serata dedicata a Gino Bartali. Al Teatro Verdi ieri sera martedi Firenze ha riabbracciato l’intramontabile campione nel centenario della sua nascita. Circa 250 persone in sala; qualcosa più di cinquemila euro il ricavo dalla vendita al teatro del libro-strenna “Cento volte Bartali-1914-2014”. Tale somma sarà completamente destinata alla solidarietà verso famiglie e persone che si trovano in difficoltà. Una pubblicazione, a cura di Marco Viani e Sandro Picchi, di 264 pagine con ampia iconografia, scritta da giornalisti, professori universitari, scrittori di livello nazionale. In tutto oltre 100 articoli inediti corredati da disegni, vignette e poesie.

Questa pubblicazione, voluta dall’Associazione per la solidarietà “Giglio Amico” onlus, di cui sono state tirate 2mila copie (costo 40 euro ciascuna) può essere acquistata solo contattando info@giglioamico.it.   La serata è stata condotta dai giornalisti Francesco Pancani e Silvio Martinelli. Hanno parlato il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’assessore allo sport di Palazzo Vecchio Andrea Vannini; il rappresentante del Coni Eugenio Giani; il regista Alberto Negrin che ha dedicato a Bartali una fiction; il giornalista Alessandro Fiesoli che ha tratteggiato la figura di Alfredo Martini, storico ex commissario azzurro di ciclismo scomparso nell’agosto scorso.

In sala tanti personaggi dello sport e della cultura tra i quali Davide Reondini, Paolo Ermini direttore dell’edizione fiorentina del Corriere della Sera. Presenti pure Andrea e Luigi Bartali figli di Ginettaccio; Andrea Bresci gestore del Museo di ciclismo Gino Bartali a Ponte a Ema; Elisabetta Nencini figlia dell’indimenticabile Gastone il “Leone del Mugello”.   Sono stati letti brani di alcuni articoli contenuti nel libro e Lucia Viani quello scritto dal marito Marco, presidente onorario del “Giglio Amico” ed ammirevole personaggio sempre vicino alle persone bisognose.

Sul palco erano esposte anche alcune biciclette d’epoca tra le quali una Bianchi da corsa del 1910, la maglia gialla conquistata da Bartali nel 1948 e la “famosa” borraccia d’alluminio passata tra Coppi e Bartali in una tappa del Tour de France.   Con Giglio Amico hanno collaborato per la realizzazione del libro e della serata al “Verdi” Giunti Editore, Confraternita Misericordia di Firenze, Confindustria Toscana e Chimet.

——————————–

———————————

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »