energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cento metri di paura alla stazione ferroviaria delle Piagge Cronaca

Se la sono cavata con tre giorni di prognosi a testa, ma sarebbe potuta andare molto peggio. Intorno alle 12.30 di oggi, 4 aprile, un bambino di soli due anni e la sua baby-sitter sono rimasti incastrati nella porta di un treno regionale alla stazione ferroviaria delle Piagge, alla periferia nord di Firenze. la “tata”, una quarantenne fiorentina, stava scendendo dal convoglio partito da Firenze Santa Maria Novella e diretto ad Empoli assieme al piccolo e ad una bambina di soli 17 mesi. Teneva per mano i piccoli per non farli allontanare durante la discesa, quando le porte del treno si sono chiuse improvvisamente ed è rimasta intrappolata assieme al bambino. Nonostante le urla, il convoglio è ripartito e la donna ed il piccolo sono rimasti bloccati metà dentro e metà fuori dal treno per circa 100 metri. Dopodiché le grida dei passeggeri spaventati hanno indotto il capotreno a fermare la corsa del regionale diretto ad Empoli. La bambina più piccola, per sua fortuna, è rimasta all’interno del treno, mentre la quarantenne ha riportato un trauma cranico ed il bambino più grande alcune escoriazioni ed un grosso ematoma alla gamba causato dalla chiusura della porta. Alla stazione delle Piagge, in effetti, fermano pochi treni. Ed anche quelli che fermano, compiono una toccata e fuga per poi dirigersi verso Pisa o verso Empoli. Alle volte, quando il treno è affollato o ci si distrae per qualche momento, si deve correre per scendere. L’incidente, per fortuna senza gravi conseguenze, ha causato al treno un ritardo di circa 15 minuti. Dopo un quarto d’ora, infatti, il convoglio ha lasciato la stazione delle Piagge ed è ripartito alla volta di Empoli.


Foto: http://upload.wikimedia.org
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »