energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cervo affamato blocca la strada accanto a Badia Prataglia Cronaca

Probabilmente non ne poteva più neanche lui, di quella densa coltre di neve che gli impediva di giungere al cibo. E così, affamato e stanco, si era fermato in mezzo alla strada asfaltata a Vetriceta, nei pressi di Badia Prataglia, accanto alle case.
Si sta parlando di uno splendido esemplare maschio di cervo, dal peso di circa due quintali, che, non trovando più cibo nelle zone abituali di pascolo, nei recessi del Parco nazionale casentinese a cavallo fra Romagna e Toscana, aveva pensato bene di avvicinarsi all’abitato. E se ne stava lì, in mezzo alla strada, indifferente ai tentativi di un abitante del luogo di spostarlo.
Anzi, non del tutto indifferente, tant’è vero che il cervo, infastidito dai tentativi, ha anche ferito all’addome l’abitante del luogo: una ferita estesa ma, per fortuna, pco profonda e che non desta preoccupazioni.

Insomma, alla fine sono intervenute le guardie forestali, che hanno bloccato il traffico e chiamato un veterinario del Parco. L’uomo, giunto sul posto, ha sedato l’animale con un proiettile d’anestetico sparato con una carabina; le guardie hanno così provveduto a trasportarlo, privo di sensi, in una zona del Parco dove la neve aveva coperto il terreno in misura minore, tanto da permettere all’animale di giungere al cibo. Infine, con un antidoto, il veterinario ha risvegliato il cervo che ha preso immediatamente a pascolare.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »