energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Challenge Cup: la Savino Del Bene supera Atene Sport

Scandicci – Esordio in CEV Challenge Cup imperioso per la Savino Del Bene Volley Scandicci, che nell’andata dei sedicesimi di finale della competizione si impone nettamente al Palazzetto di Scandicci per 3-0.

PRIMO SET

Savino Del Bene che parte mischiando le carte in tavola, schierando uno starting six che vede Milanova palleggiatrice, Lippmann opposto, Orthmann e Angeloni in banda, centrali Alberti e Lubian, Napodano libero.

ASP Thetis Voulas Atene che risponde schierando Rusnachenko pallegiatrice, Anthouli Opposto, Aktas schiacciatrice, Apostolaki schiacciatrice, Shirinina e Papageorgiou centrali, Maniatogianni libero.

Scandicci parte subito forte nel suo debutto stagionale in Challenge Cup, e la centrale Lubian con due ace porta sul 4-0 la Savino Del Bene, anche se Atene prova a entrare in partita con il proprio opposto Anthouli e l’ace di Papageorgiou (5-3). Le padrone di casa non si fanno intimidire però, ricominciano a ingranare, e con l’ace di Alberti e la free ball finalizzata da Lubian si portano sul 10-4: timeout Atene. La pausa non inficia sul cammino della Savino Del Bene, che prende il via, preme sull’acceleratore e vola sul 15-6 dopo la schiacciata di Orthmann ed il monster block di Lubian: altra pausa chiamata da coach Georgios Rousis. Al rientro Anthouli schiaccia, ma il pallonetto sopra il muro di Atene di Lippmann ed i servizi out delle greche consentono a Scandicci di avvicinarsi a fine set (18-9). A questo punto gioca sul velluto la Savino Del Bene che sfrutta l’ace di Orthmann e le iniziative di Alberti e Angeloni (23-10), per poi chiudere il set sul 25-11.

SECONDO SET

Scandicci che anche nel secondo periodo inizia in scioltezza, trovando la onnipresente Lubian che con due ace consecutivi allunga sul +4 (5-1), ed Orthmann che costringe Atene al primo timeout del set (6-1). In uscita schiaccia Anthouli, Aktas sbaglia il servizio, e Scandicci scappa con la complicità di Alberti e Lippmann (11-5). Alberti commette invasione, ed Angeloni sbaglia la ricezione (11-8), ma è la stessa schiacciatrice di Scandicci a farsi subito perdonare con la spike del 12-8. La Savino Del Bene fugge ancora con il muro vincente di Lubian e la schiacciata di Lippmann (15-10), Napodano è attenta in difesa, ed il muro out di Atene dopo l’affondo di Lippmann vale il 17-10: timeout per le greche.  La Savino Del Bene gioca con fiducia, Alberti schiaccia e fa +9 (20-11), Anthouli prova a dare speranza alle proprie compagne con l’ace, ma Lippmann sale in cielo e scaglia i suoi dardi (22-13). Scandicci vuole chiudere e ci riesce, è Lubian infatti a concludere il set sul 25-15.

TERZO SET

Nel terzo set Atene prova a scuotersi in avvio, e si porta sul -1 grazie alla solita Anthouli (5-4), ma Scandicci non ci sta e continua a tenere a distanza le ospiti con le iniziative di Alberti e di Orthmann, con la tedesca che con l’ace porta la Savino Del Bene sul 10-7.  Lubian è in giornata e continua nei suoi affondi (12-8), Dragoumanou mura, ma Lippmann e Orthmann sono letali e coach Georgios Rousis chiama timeout (15-10). Al rientro le greche provano a farsi sotto con la solita Anthouli che accorcia con la spike del 17-14, ed il muro di Aktas poi porta coach Barbolini a chiamare la pausa. Lo stop produce il risultato sperato perché Angeloni affonda due volte (20-17), e questa volta è Atene a chiamare la pausa. Successivamente il monster block di Lubian ed il servizio sbagliato dalle greche valgono il 22-18, greche che provano ad affondare con Aktas, e la solita Anthouli non vuole mollare portando ad un altro timeout coach Barbolini sul 24-21. Il servizio finale di Atene è out però e la Savino Del Bene chiude definitivamente i conti sul 25-21.

Adesso Scandicci proverà a centrare la qualificazione nella partita di domani, sempre alle ore 19.00 al Palazzetto di Scandicci, nella quale le ragazze di coach Massimo Barbolini tenteranno l’approdo agli ottavi di finale.

Le parole di coach Massimo Barbolini: “Penso che i primi due set sono sembrati facili perché siamo stati bravi a sbagliare poco e ad approfittare delle occasioni che abbiamo avuto. Nel terzo set siamo un po’ calati d’attenzione e ci siamo adeguati ai loro errori. Ci deve servire da lezione, perché è domani quella che conta. La prima gara conta relativamente. Domani dobbiamo cercare di fare qualcosina in più, non solo per il risultato, ma anche per migliorare e crescere.”

 

Tethis Voulas Athens – Savino Del Bene Scandicci (25-11, 25-15, 21-25)

Tethis Voulas Athens: Aplada 1, Xatzigrigoriou n.e., Shirinina 2, Dragoumanou 1, Oikonomou (L2) n.e., Anthouli 17, Apostolaki, Maniatogianni (L1), Aktas 6, Papageorgiou 6, Panagopoulou. All.: Rousis G.

Savino Del Bene Scandicci: Angeloni 8, Alberti 7, Ana Beatriz n.e., Malinov n.e., Napodano (L1), Pietrini n.e., Lubian 13, Natalia n.e., Lippmann 13, Orthmann 9, Milanova 2, Bartolini n.e., Camera, Castillo (L2) n.e.. All.: Barbolini M.

Arbitri: Minins (LVA) – Teixeira (POU)

Durata: 1h 9′ (19′, 21′, 29′)

Attacco: 34% – 53%

Ricezione Pos. (Prf.): 34% – 43% (16% – 11%)

Muri: 4-7

Ace: 4-7

MVP: Veronica Angeloni

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »