energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Chi crea lavoro? Le piccole imprese Economia

I dati sono quelli della Cgia di Mestre, e riguardano tutto il territorio nazionale, compresa la Toscana: sono le piccole imprese quelle che nel periodo fra il 2001 e il 2011 hanno creato più posti di lavoro, esattamente il 64,3% sugli oltre 711mila nuovi occupati del decennio, mentre le grandi aziende si sono fermate al 29, 9% del totale. E per la precisione, le offerte di lavoro provengono dalle aziende con meno di 50 addetti.

In numeri, significa che le aziende piccole hanno dato vita a 457.200 nuovi posti di lavoro, le seconde a 212.600, mentre decisamente contenuto risulta il risultato occupazionale delle medie aziende,  vale a dire quelle con un numero di addetti compreso fra 50 e 249, che hanno creato, nel decennio reso in considerazione, 41.354 posti in più, per una percentuale del 5,8.
A livello territoriale, le dinamiche più attive si sono registrate nelle piccole imprese del Centro-Sud.

L'importanza delle piccole imprese in Italia è ben rappresentata dai dati: le imprese con meno di 50 addetti costituiscono il 99,5% del totale delle aziende presenti in Italia, occupano oltre 11 milioni di addetti e hanno natura artigianale-commerciale. Si tratta, come ricorda Giuseppe Bortolussi, il segretario della Cgia Mestre, di un delicato tessuto produttivo che ha bisogno, in particolare in questo momento, di sostegno: “sostenere le piccole imprese vuol dire aiutare il Paese ad uscire dalla crisi economica e, soprattutto,  creare le condizioni per ridurre la disoccupazione, visto che dalle statistiche emerge  che sono le piccole realtà produttive a creare il maggior numero di posti di lavoro anche nelle aree più svantaggiate del Paese”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »