energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Chianti, investimenti da oltre 2 milioni e mezzo di euro Notizie dalla toscana

San Casciano Val di Pesa – Pioggia di investimenti nei territori di San Casciano Val di Pesa e Greve in Chianti per un importo complessivo pari a oltre 2milioni e mezzo di euro. Dal potenziamento dell’edilizia scolastica alla riorganizzazione degli spazi di lettura e alla risistemazione delle aree verdi nelle scuole. Prende il via un ampio progetto di riqualificazione e nuove realizzazioni degli spazi pubblici nel Chianti grazie al sostegno del Governo che ha finanziato per intero l’importo richiesto dalle giunte Pescini e Sottani nell’ambito del progetto integrato presentato dalla Città Metropolitana.

SAN CASCIANO. Si traduce in realtà il progetto del Comune di San Casciano di costruire una nuova scuola dell’infanzia nella frazione di Bargino, incrementare la biblioteca comunale con una risistemazione complessiva della sala lettura di via Roma e la riorganizzazione dei giardini scolastici nelle frazioni. Partendo dalla biblioteca il progetto firmato dall’architetto Francesco Pruneti si propone di aumentare quasi del doppio il numero delle postazioni attuali che si attesta intorno alla quarantina. “Un investimento stimato in 780mila euro – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Ciappi – con il quale l’amministrazione comunale punta alla valorizzazione di un’area del centro storico attraverso il potenziamento della cittadella della Cultura, un’intera via dove insistono il museo, il teatro, la casa delle associazioni e la biblioteca comunale”. Uno spazio a misura di studente e di bambino in cui sono previsti nuovi spazi gioco per i più piccoli. Quanto alla scuola di Bargino, l’obiettivo è quello di costruire un nuovo edificio su un terreno adiacente a quello che ospita la scuola attuale, la cui struttura richiede un intervento radicale per l’adeguamento alla normativa antisismica. “Abbiamo programmato questo investimento – dichiara l’assessore Ciappi – per creare una nuova struttura che rispetti le normative in materia antisismica e rispondere alla richiesta di migliorare il servizio”. Il progetto richiede una spesa complessiva pari a 980mila euro che l’amministrazione comunale ha suddiviso in più stralci. Il progetto prevede anche la realizzazione di un ampio parcheggio a servizio della frazione, nel centro del paese, che risponderà anche alle esigenze di nuovi posti auto per i cittadini e gli esercizi commerciali. I finanziamenti del governo saranno investiti anche nella riqualificazione delle aree verdi delle scuole San Casciano e delle frazioni per un importo complessivo pari a 220mila euro.

GREVE . Nuovo look per la scuola media Giovanni da Verrazzano di Greve in Chianti.L’intervento di consolidamento strutturale e sistematico dell’edificio potrà essere realizzato grazie ai finanziamenti ottenuti dalla giunta Sottani e stanziati dal governo nell’ambito del bando pubblico per la riqualificazione delle periferie. L’intervento di restyling mira alla riqualificazione ambientale della scuola secondaria di primo grado, situata sul viale Giovanni da Verrazzano, nel centro di Greve, e frequentata da circa 300 studenti. Un investimento complessivo pari a 700mila euro e finalizzato al risparmio energetico e al rifacimento di varie aree ed elementi strutturali della scuola. “Per migliorare le prestazioni energetiche del plesso – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Romiti – realizzeremo una nuova copertura della scuola con l’impiego di materiale isolante, provvederemo al rifacimento degli intonaci esterni e alla tinteggiatura dell’edificio, il progetto prevede anche il consolidamento del muro nella parte retrostante del plesso e la riasfaltatura dei piazzali esterni”. Per quanto attiene agli spazi interni, la riqualificazione interessa da un lato il pavimento e la muratura interna della palestra, posti al centro di un intervento di risanamento e rifacimento, dall’altro le aule che saranno insonorizzate mediante l’utilizzo di pannelli fonoassorbenti. Nella scuola trovano spazio quattordici classi articolate su due livelli. Al piano terra sono disposte cinque aule e tre laboratori, di cui uno dedicato allo studio dell’informatica, l’altro all’attività tecnica. Al primo piano sono situate nove aule e tre laboratori per l’attività artistica e musicale, oltre allo spazio della palestra. L’opera comprende anche la sostituzione delle porte interne e dei maniglioni di sicurezza, la tinteggiatura degli ambienti, parallelamente avvieremo il percorso di verifica sismica per la messa in sicurezza dello stabile.

“Cultura, scuola e vivibilità degli spazi pubblici – concludono i sindaci Massimiliano Pescini e Paolo Sottani – un ringraziamento agli uffici che hanno lavorato per definire al meglio i progetti. Il ringraziamento più grande va alla sensibilità e alla visione del Governo, che ha inteso dare un segnale fortissimo, ben oltre quello atteso, alle esigenze di comunità come le nostre”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »