energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Chiude la rassegna “O la Borsa o la vita” Notizie dalla toscana

Si conclude oggi la rassegna, promossa dall’associazione Amici del Cinema in Terra di Siena, "O la Borsa o la vita – 1929/2012: la crisi nell’occhio del cinema" curata da Claudio Carabba e da Giovanni Maria Rossi e presieduta da Antonio Sclavi, realizzata nell’ambito del Campo e Controcampo Siena Film Festival. Dopo la proiezione di brani tratti da “Inside Job” di Charles Ferguson (Usa 2010) e il saluto dell’assessore alla Cultura della Regione Toscana Cristina Scaletti, la giornalista e inviata di Repubblica Concita De Gregorio ha moderato la riflessione di cui sono stati protagonisti Gianni Amelio, Andrea Molaioli, Giuliano Montaldo, Sandro Bonaceto, Omar Calabrese, Manin Carabba, Sergio Caruso, Paolo Ermini, Pier Luigi Fabrizi, Alessio Gramolati, Filippomaria Pontani, Maurizio Ricci, Ernesto Screpanti, Alessandro Vercelli. Durante la discussione sul tema, è stata proiettata la storia “La vigilia di Natale” di Sergio Staino. Ha chiuso la tavola rotonda, l’intervento di Adriano Sofri.
Gli ospiti si sono confrontati sul tema della crisi economica vista attraverso la lente del cinema, ma hanno esteso le loro riflessioni alle vicende politiche ed economiche che riguardano il Paese, interagendo con la sala gremita di pubblico che ha partecipato vivacemente al dibattito.
Con la proiezione degli ultimi due film in programma “Il gioiellino” di Andrea Molaioli e de ”La stella che non c'è” di Gianni Amelio, si è conclusa anche la terza giornata della rassegna, che ha visto ieri sera al Cinema Pendola, una grande partecipazione di pubblico per la proiezione del film “L’industriale” di Giuliano Montaldo. Nei giorni precedenti sono stati proiettati i film “L’impareggiabile Godfrey” di Gregory La Cava (Usa 1936), “Furore” di John Ford (Usa 1940), “Questa terra è la mia terra” di Hal Ashby (Usa 1976), “Wall Street” di Oliver Stone (Usa 1987), “Piovono pietre” di Ken Loach (GB 1993).
Nella sala Italo Calvino, ha trovato spazio anche l’esposizione di una selezione di opere di Itria Monica Dresda, Anna Pisano, Emilio Sapia, Niccolò Angeli, Duccio Scheggi, Canefantasma e Silvano Silvani, ispirate al tema della rassegna, che è stata realizzata con un contributo di Comune di Siena, Provincia di Siena, Banca Monte dei Paschi di Siena, Camera di Commercio di Siena e Bassilichi Spa. Le antologie dei film sono state realizzate in collaborazione con la Mediateca Regionale Toscana. Per informazioni è possibile contattare la segreteria info@campoecontrocampo.it o visitare il sito www.campoecontrocampo.it.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »