energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze, chiusi due pub per aver servito alcol a minorenni già ubriachi Cronaca

L’abuso di alcool non ha per fortuna mietuto vittime, ma ha comunque fatto segnalare fatti di cronaca preoccupanti. Il 1° di aprile in due pub del centro storico vennero venduti alcolici a persone già in preda all’ebbrezza e per questo la Questura di Firenze ha deciso che lo Shot Café di via de’ Pucci dovrà chiudere per 5 giorni, mentre dovrà restare chiuso per il doppio del tempo (10 giorni) il Fish Pub di piazza del Mercato Centrale. Quella notte entrambi i giovani cui venne servito l’alcool dovettero ricorrere alle cure del Pronto Soccorso di Santa Maria Nuova. Dal Fish Pub, locale abitualmente frequentato da giovani in cerca di ebbrezze alcoliche, giunse all’ospedale del centro storico fiorentino uno studente belga sedicenne in gita scolastica. Dallo Shot Café uno studente italiano, anch’esso di sedici anni. È andata peggio, poi, ad una ventenne italiana che, nella notte fra martedì 3 e mercoledì 4 aprile, è caduta in Arno dal Ponte di Santa Trinita. Probabilmente la ragazza aveva alzato un po’ troppo il gomito, ed è caduta da una delle spallette del ponte dell’Ammannati. Assieme a lei c’era un ragazzo bergamasco, ma sarebbe stato un passante a dare l’allarme dopo aver visto la ragazza in acqua. I vigili del fuoco sono giunti sul posto dopo pochi minuti, ma il recupero della ventenne dalle acque dell’Arno non è stato semplice ed è stato anche chiuso il Ponte alla Carraia  per permettere ai pompieri di lavorare in sicurezza. I soccorritori hanno portato la giovane, impaurita ed in preda all’ebbrezza, ai Canottieri. Da qui è stata trasferita in ambulanza all’ospedale di Santa Maria Nuova e le sue condizioni non desterebbero preoccupazione. A Livorno, infine, l’alcool ha fatto brutti scherzi ad una coppia residente nella città labronica. Un quarantenne di origini bergamasche ed una cinquantatreenne di origini siciliane erano stati portati al Pronto Soccorso, nella notte fra mercoledì 4 e giovedì 5 aprile, in preda ai fumi dell’alcool. Dopo aver litigato con una guardia giurata, i due hanno iniziato uno spogliarello all’interno dell’ospedale. La bravata, però, è costata loro una denuncia per interruzione di pubblico servizio, oltraggio ed atti osceni in luogo pubblico. E, visto che c’era, la polizia ha comminato nei loro confronti anche una sacrosanta denuncia per ubriachezza molesta.


Foto: http://www.hynco.it
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »