energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ciclismo, a Siena vince Cancellara, domani rivincita a Larciano Sport

Firenze – Per la terza volta Fabian Cancellara trionfa nella corsa “strade bianche” disputata oggi sabato a Siena. Una corsa unica in Italia nel suo genere in quanto si snoda, per un terzo dei suoi 176 chilometri, lungo le strade sconnesse e sterrate delle colline del Chianti senese (può essere accostata per caratteristiche alla Parigi-Roubaix).

L’episodio decisivo nel finale quando, su iniziativa di un incredibile combattente quale Gianluigi Brambilla, si formava in testa un quartetto composta dal coraggioso attaccante, dal campione del mondo Peter Sagan, l’elvetico Fabian Cancellara, ed il ceko Zdemed Sbybar vincitore della “strade bianche” dello scorso anno.

Alle porte di Siena scattava ancora Brambilla guadagnando qualche secondo. Ma a duecento metri dal traguardo veniva raggiunto e staccato da Cancellara e Stybar, mentre l’iridato Sagan aveva già perduto leggero terreno e tagliava il traguardo in quarta posizione. Volata a due e netta vittoria di Cancellara. Terzo classificato il bravissimo Brambilla.

5°) Petr Vakoc; 6°) Greg Van Avermet; 7°) Diego Ulissi, 8°) Tiesj Benoot, 9°) Lars Nordhaug, 10°) Alejandro Valverde.

Il campione svizzero non poteva iniziare meglio la sua ultima stagione di corridore. “Sono felice per questa mia terza affermazione – ha detto Cancellara – in una corsa così importante. Credo di aver lasciato un segno nella storia del ciclismo a Siena. E di meritare che mi sia dedicato uno degli sterrati (quest’anno erano nove i tratti su strada bianca n.d.r.). Alla fine dell’anno – ha concluso – attaccherò la bicicletta al famoso chiodo. Voglio godermi la vita con la mia famiglia ed i miei amici”.

Con queste caratteristiche del percorso tante le forature e le cadute. Nella zona del rifornimento Damiano Cunego, coinvolto in una caduta, si è procurato la frattura scomposta del quinto metacarpo di una mano. Nei prossimi giorni l’intervento chirurgico.

La gara femminile ha visto l’affermazione della grande favorita cioè della campionessa del mondo la 27enne britannica Lizzie Armitstead che ha preceduto al traguardo di 3” la polacca Kasia Niewiadima; di 13” la

svedese Emma Johansson di 1’04” l’italiana Elisa Longo Borghini e di 1’07” l’olandese Van der Breggen. Il percorso per la gara femminile misurava km. 121 di cui 23 su strade sterrate.

DOMANI RIVINCITA A LARCIANO DI PISTOIA

Domani domenica si corre il GP. Industria e Artigianato a Larciano di Pistoia con la presenza di tutti i campioni reduci alla corsa “Strade bianche”. E con altre squadre di grande rilievo.

Quindi un anno di assenza questa storica corsa torna quest’anno con un campo di partenti degno di una grande classica internazionale. Ed è dedicata alla memoria di Alfredo Martini e dell’indimenticabile sindaco di Larciano Antonio Pappalardo.

Al via anche una nazionale azzurra mista con l’aretino Rinaldo Nocentini, unico toscano, ed Edoardo Affini, Nicola Bagioli, Davide Ballerini, Giovanni Carboni, Mauro Finetto, Edward Ravesi e Oliviero Troia. Ultima iscritta la nazionale venezuelana.

Questo il percorso : Larciano (partenza ore 11), Cerbaia, Stabbia, Lazzeretto, Lamporecchio Larciano di km. 22,300 da ripetere quattro volte, quindi Larciano, Castelmartini, Colonna, Cerbaia, Lamporecchio, Fornello, San Baronto, Lamporecchio, Larciano di km. 27,300 da ripetere quattro volte.

Il San Baronto è unica vera salita del tracciato e dovrà essere ripetuta quattro volte l’ultima delle quali a soli a sei chilometri dal traguardo. Totale km. 199. Arrivo intorno alle ore 16.

LA TIRRENO-ADRIATICO PARTE DA LIDO DI CAMAIORE

E mercoledi prossimo, 9 marzo, scatterà la Tirreno-Adriatico. Sono sette le tappe : 1 cronosquadre, 1 crono individuale, 2 per velocisti; 2 per finisseur, 1 per scalatori.

Tra i quasi 200 partecipanti sono al vertice il campione del mondo Peter Sagan, lo spagnolo Alejardo Valverde, ed il nostro Vincenzo Nibali che ha già vinto le edizioni del 2012 e 2013.

Per gli arrivi in volata favoriti Mark Cavendish, Elia Viviani e Colab Ewan. Per le tappe per finisseur Diego Ulissi, Fabian Cancellara, Greg Van Avermaet, Michel Kwiakowski.

Queste le sette tappe. Mercoledì il via da Lido di Camaiore con la cronosquadre km. 22,700. Giovedi 10 tappa da Camaiore a Pomarance km. 207; venerdi 11 Castelnuovo Val di Cecina-Montalto di Castro km, 176; sabato 12 Montalto-Foligno km. 216; domenica 13 Foligno-Monte San Vicino km. 178; lunedì 14 Castelraimondo-Cepagatti km. 210 ed infine il 15 marzo sul lungomare di San Benedetto del Tronto la crono individuale km. 10.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »