energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ciclismo, aspiranti campioni alle corse tricolori Sport

Firenze – Partenza domani mattina sabato. Raduno, ore 9, all’ingresso del casello autostradale di Calenzano. Partono le squadre toscane allievi ed esordienti scelte per partecipare ai campionati italiani di ciclismo in programma domenica prossima a Darfo-Boario (Brescia).

La formazione degli allievi, diretta da Flavio Pagliaccia di Sesto Fiorentino, è formata di 12 corridori : Mattia Bevilacqua 4 vittorie e Simone Bagnoli 1 vittoria (GS. Coltano Pisa); Nicola Ferri e Danile Lucherini 1 vittoria (AC. Fosco Bessi Calenzano); Filippo Magli (Ciclistica San Miniato); Matteo Sensi 1 vittoria (UC. Campi Bisenzio); Lorenzo Rattu (UC. Montecarlo Lucca); Matteo Baldasseroni 1 vittoria (UC. Pozzarello); Matteo Panara 2 vittorie (SC. Romagnano Massa); Francesco Fontini (Olimpia Valdarnese Montevarchi); Andrea Innocenti 1 vittoria e Mattia Russillo (Polisportiva Milleluci Casalguidi).

————————-

Due, invece, le squadre toscane esordienti guidate dal tecnico Anelito Della Santa di Lucca. Quella dei tesserati del “primo anno” è formata da undici elementi. “E’ chiaro che il nostro uomo di punta – dice Della Santa – è Francesco Della Lunga del Pedale Toscano di Ponticino Arezzo. Una scelta suggerita anche dai risultati da lui conseguiti finora. Il ragazzo vanta sei successi ed è il plurivittorioso in Toscana. Inoltre indossa la maglia di campione regionale”.

L’alternativa?

“Potrebbe essere Giosuè Crescioli, quattro vittorie del Team Valdinievole. E’ competitivo su tutti i terreni. In un primo momento pensavo di impostare una tattica puntando su questi due corridori. Ma ora devo rivedere qualcosa”.

– Perché?

“ In extremis è stata inserita a due chilometri dal traguardo una salita impegnativa di 900 metri. Quindi potrebbe essere quello il tratto decisivo della corsa e non la volata finale. Dovremo muoverci in modo da essere presenti in quel frangente. In tal caso oltre a Della Lunga e Crescioli ci sono altri miei ragazzi, primo fra tutti Enrico Baglioni, 2 vittorie Pedale Toscano Ponticino, a dire una parola importante. Ma anche Matteo Scelfo, 2 successi, della “Fosco Bessi” Calenzano può mettersi in luce. Loro, ma pure qualche altro dei miei, è in grado di lottare in salita alla pari con i più forti”.

-Possibili sorprese? 

Federico Altopiano, 1 vittoria della Polisportiva Millelluci Casalguidi; Marco Cecchi del Team Valdinievole e Tommaso Pozzolini del Gruppo Sportivo Coltano Pisa. Tre ragazzi portati per temperamento a buttarsi in tentativi coraggiosi”.

-In un attacco da lontano chi dovrà entrare dei toscani?

“Quelli con doti di fondo come Samuele Petri, 2 vittorie della Polisportiva Milleluci Casalguidi, Alessandro Venturini, 3 vittorie della Iperfinish Stabbia, Lorenzo Martignoni, 1 vittoria del Velo Club Carrara e Tommaso Perazzoli, 1 vittoria della Ciclistica La Rotta Pontedera”.

  -Le squadre avversarie più quotate?

“La Lombardia in assoluto. Ma anche la Liguria dispone di qualche ragazzo molto competitivo”.

——————

Della Santa, tecnico che da anni si dedica al ciclismo giovanile, quindi è un grande esperto del settore. Parla anche della squadra dei dieci esordienti del “secondo anno” scelti per questo “tricolore”
“Il tandem dell’Olimpia Valdarnese Montevarchi – dice – formato da Andrea Tomi, 3 vittorie tra cui il campionato toscano e Davide Frequentini, 3 vittorie e “tricolore” del primo anno nel 2013, è il punto di forza della nostra squadra. Sia per i risultati da loro conseguiti, sia perché sono in forma, sia perché tra loro c’è un grande affiatamento”.

   -Allora si affida a quei due esordienti?.

“No. Punto sul gruppo. Dico solo che sulla carta sono quelli che danno maggiore garanzie. Ma tutti i ragazzi godono della mia fiducia. E in corsa aiuteranno il loro compagno che in quel momento mostrerà di avere qualche possibilità in più. Comunque al livello giovanile durante la corsa possono crearsi anche soluzioni imprevedibili”.

-Le alternative?

Maicol Sodini, due vittorie della Toscogas di Chiesanuova Uzzanese. Da lui mi aspetto una prova maiuscola. Ma anche Gabriele Matteucci, 3 vittorie della Ciclistica Pozzarello dovrebbe far bene perché attraversa un buon momento. E’ bravo anche in volata.

-Le sorprese?

“Nessuna meraviglia se dovesse essere Gabriele Cavallo della Borgonuovo Prato. In salita sarà tra i più vivaci. Lo vedo caricato dopo il suo terzo posto al campionato toscano”.

–   Chi dovrà entrare in tutte le fughe?.

“ Uno potrebbe essere Tommaso Nencini della Fosco Bessi Calenzano, ragazzo forte e deciso. Ma anche Francesco Caroti, 2 vittorie e Samuele Bianchi 2 vittorie che lo scorso anno pilotò Frequentini verso il successo al campionato italiani, entrambi della Polisportiva Albergo di Arezzo possono mettersi in lizza per un risultato importante. Ma ho fiducia anche in Leonardo Brunetti, 2 vittorie e Francesco Taddei della Ciclistica Donoratico”.

   -Quante speranze di vincere?.

“Noi partiremo che grande determinazione. Consapevoli delle difficoltà esistenti, ma anche di disporre carte vincenti. Di sicuro i ragazzi si batteranno al massimo delle loro risorse. Certo in queste corse la fortuna spesso recita un ruolo importante”.

   -Gli avversari più temibili?

“Lombardi e veneti”.

———————

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »