energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ciclismo: assegnati otto premi dal Monastero della Castellina Sport

Firenze – E’ stato assegnato al 23enne professionista veronese David Formolo il “Premio Coraggio e avanti” giunto alla 12° edizione e messo in palio dal Monastero di Santa Lucia alla Castellina (Sesto Fiorentino) sede anche del Centro spirituale della Federazione Ciclistica Italiana.

La cerimonia della consegna dell’ambito riconoscimento – voluto tanti anni fa dall’indimenticabile Padre carmelitano Agostino Bartolini – è fissata per domenica 22 novembre al Monastero della Castellina ed è al centro di un programma che prevede ore 9,30 raduno; ore 10,30 Santa Messa officiata dal Padre carmelitano Agostino Gelli; ore 13 pranzo sociale.  Oltre al Premio destinato a Formolo – quest’anno ha vinto una tappa del Giro d’Italia – saranno premiati diversi altri personaggi dello sport.

Il “Premio Ammiraglio d’oro” andrà a Giuseppe Martinelli, direttore sportivo dell’Astana cioè di Vincenzo Nibali e Fabio Aru; il “Premio Promessa junior Mario Sani” lo riceverà Tommaso Fiaschi di Poggibonsi corridore dello Stabbia Ciclismo, azzurro, con 6 vittorie nel 2015.

Il “Premio Franco Ballerini” è stato assegnato a Rino Marchesi, lombardo di nascita, ma abitante a Sesto Fiorentino ed ex allenatore di grandi squadre tra le quali Juventus, Napoli – ai tempi di Diego Maradona – Lazio ed Inter.

Il “Premio Elite donne” alla laziale Marta Bastianelli, atleta del G.S. Vaiano Fondriest, vincitrice nel settembre scorso di una tappa del Giro della Toscana femminile organizzato dalla “Società Michela Fanini” di Segromigno Piano (Lucca).

Il “Premio under 23” a Simone Consonni di Bergamo, secondo arrivato agli ultimi campionati del mondo dilettanti. Nel 2016 debutterà nel professionismo con la “Lampre” squadra diretta da Giuseppe Saronni.

“Premio over 35 Edi Gelli” a Davide Rebellin che quest’anno a 44 anni ha vinto la Coppa Bernocchi e collezionato diversi piazzamenti d’onore.

Infine il “Premio Alfredo Martini azzurri d’Italia” a Marco Bruseghin, veneto, noto  personaggio del ciclismo italiano.

———————–

Print Friendly, PDF & Email

Translate »