energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ciclismo, campioni crescono dietro Nibali Sport

Firenze – Una ventata di giovinezza e di classe nel 38° GP. Industria ed Artigianato disputato questo pomeriggio sabato a Larciano di Pistoia. Di giovinezza e di classe visto che la corsa è stata dominata da “giovani forze emergenti” nel ciclismo professionistico internazionale.

La corsa che ha offerto un finale frenetico si è risolta con la volata di un terzetto esponente della nuova generazione, di volti nuovi nel grande ciclismo. Ha vinto, anzi ha stravinto, il ventiduenne inglese Adam Yates, staccando nettamente i due compagni di avventura l’azzurro, pure lui ventiduenne, Davide Formolo ed al toscano 24enne Francesco Manuel Bongiorno di Fucecchio finito terzo a 7”, altra grande promessa del nostro ciclismo. Al quarto posto Baugniers a 16” che regolava Parrinello; al sesto Firsanov a 19”; al settimo Zilioli a 28”; all’ottavo il bravo tenace pistoiese Fedi a 38”; al nono Mucelli ed al decimo Busato a 42”.

Stamani al via da Larciano 156 corridori. Andatura subito sostenuta. Diversi gli allunghi. Ad una cinquantina di chilometri dal traguardo andavano in fuga i giovani azzurrabili Filosi e Zilioli sui quali si portavano Fedi, Rabottini e Taborre tre atleti del GS. Neri di Cerbaia di Lamporecchio, Formolo, Selvaggi, Parrinello, Bongiorno, Colonna, Lagutin, Busati, Mucelli, Kozhatayev e Maidos. A questi battistrada si univano più avanti pure De Ieso, Gozzi, Bauguies e De Negri. Dunque in 19 a guidare la corsa a 35 chilometri da Larciano.

Ma la situazione mutava continuamente, anche per il ritmo altissimo, nelle battute finali disputate, tra l’altro, in mezzo ad un devastante temporale. Comunque era la salita del San Baronto, alla quattro ed altuma scalata a registrare l’azione vincente. Attaccava il coraggioso Parrinello, ma a metà della salita, cioè nel tratto più impegnativo, scattava Formolo che assumeva il comando della corsa. Sul battistrada si portavano Yates  – con un inseguimento da campione era tornato da poco sul vertice della corsa – e Bongiorno pure lui uno dei protagonisti della giornata.  Il terzetto svettava dal San Baronto nell’ordine Yates, Formolo, Bongiorni con 9” di vantaggio su Parrinello, Zilioli, Firsanov, Baugneis.

Dal San Baronto un volo per tornare in pianura e portarsi in vista di Larciano. E nella volata finale Yates scattava da lontano con una violenza tale da staccare nettamente i due compagni di fuga. Una prestazione maiscuola che conferma l’ipotesi che si tratta di una delle più belle rivelazione dei ciclismo internazionale (nei professionisti aveva già vinto nei mesi scorsi il Giro della Turchia). Un debuttate in possesso di notevoli risorse. Nella sua scia l’azzurro Formolo, da dieci e lode la sua prova, sul quale il commissario tecnico Davide Cassani ha già virtualmente assegnato un posto nella squadra italiana che il 28 settembre in Spagna disputerà i campionati del mondo. L’altro protagonista di questo arroventato finale Bongiorno pure lui nel mirino del selezionatore azzurri.

———————

Domani domenica immediata rivincita con l’87° Giro della Toscana dedicato alla memoria di Gino Bartali. La corsa partirà alle ore 12 da Empoli ed arrivo ad Arezzo. Le squadre partecipanti sono le stesse di Larciano (compresa quella azzurra).

Prima parte del tracciato abbastanza facile : Empoli, Castelfiorentino, Poggibonsi poi le difficoltà delle colline del Chianti con tre salitelle Castellina, Monteluco e Civitella. Arrivata ad Arezzo saranno stati percorsi 147 chilometri. A quel punto la corsa dovrà percorrere per sei volte un anello cittadino di otto chilometri con al centro uno arcigno “strappo” denominato Stoppe d’Arca. Alla sesta volta giunta al culmine di quella impennata mancheranno solo tre chilometri, molti dei quali in discesa, per giungere all’arrivo situato nel Viale Giotto, centro di Arezzo. Quindi è pensabile che se un attaccante dovesse scollinare con una manciata di secondi potrebbero bastare per non essere più raggiunto.

————————

Nel ciclismo minore domani domenica, in Toscana, a Ponticino di Arezzo giornata piena di ciclismo con la disputa di tre corse alle quali partecipano complessiva 300 corridori. Si inizia alle ore 9 con gli esordienti del primo e del secondo anno (201 gli iscritti); quindi alle ore 11 prende il via la gara per allieve (91 le partecipanti) ed alle 15,50 quella per gli allievi (91 iscritti).

Sempre domani due corse anche a La Stella di Vinci : alle ore 9 gara per gli allievi valida per il campionato provinciale fiorentino; alle ore 15 gli juniores per il GP. Claudio Cecconi. Infine una corsa per giovanissimi a Monsummano Terme.

——————

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »