energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il ciclismo commosso ha ricordato Alfredo Martini Sport

Firenze – E’ stata una grande, a tratti commovente, cerimonia oggi domenica al Monastero di Santa Lucia alla Castellina, situato sulle colline di Firenze, dedicata alla memoria del mitico Alfredo Martini, icona del ciclismo italiano, scomparso a 93 anni il 26 agosto scorso.  In questo accogliente luogo di preghiera, ma anche Centro spirituale della Federazione Ciclistica Italiana sono arrivati stamani 240 persone. Tanti “ex” corridori tra i quali Franco Bitossi, Roberto Poggiali e Giuseppe Grassi. Tra gli ospiti pure il dottor Giovanni Falai di Castelfiorentino che, come medico sportivo, è stato al seguito di una trentina di Giri d’Italia.

La cerimonia si è aperta con la Santa Messa officiata dal carmelitano Padre Raffaele che durante il rito religioso ha ricordato la nobile figura di Martini. In una chiesa affollata anche Milvia e Silvia le due figlie di Martini e molti altri componenti di quella famiglia. E’ stato portato sull’altare il giubbotto che Martini aveva indossato al suo primo campionato del mondo come commissario tecnico (1975). Ed un grande quadro contenente foto di quei mondiali, ben 23, che gli azzurri hanno disputato guidati da Martini.

Alle figlie di Martini i ragazzi del Monastero della Castellina hanno donato una loro foto nella quale sono ritratti con al centro il mitico personaggio del ciclismo. Inoltre Giacinto Gelli, a nome di tutti i componenti del Centro spirituale del Monastero della Castellina ha consegnato a Silvia e Milvia una statua della Madonna. Molto apprezzata anche una galleria fotografica realizzata da Marco Mordini, un “fedelissimo” di Martini che illustra l’ex mitico personaggio del ciclismo a partire dai tempi in cui era corridore ciclista.

Dopo la Messa tutti a pranzo. Menù : cinghiale. Il cacciatore Giuseppe Grassi che negli anni settanta è stato un ottimo corridore professionista della Filotex, Prato, ne aveva portati quasi cinquanta chili.  E nel pomeriggio una gimkana nel grande piazzale del monastero con la partecipazione di ben 60 bambini chiudeva questa riuscitissima iniziativa.

Confermato che il tradizionale Premio “Avanti e coraggio” – quest’anno dedicato alla memoria di Alfredo Martini – che mette in palio il Monastero della Castellina, sarà consegnato domenica 23 novembre. Il premiato dovrebbe essere Mario Cipollini, campione del mondo nel 2002 ed uno dei più grandi velocisti del ciclismo di tutti tempi.

————————-

Print Friendly, PDF & Email

Translate »