energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ciclismo rosa: ambizione e speranze per il Team Inpa Bianchi Sport

Firenze – Prende sempre più quota il ciclismo femminile in Toscana. Tra le formazioni in campo nel 2016, con propositi ambiziosi e tante speranze, c’è il Team Inpa Bianchi Giusfredi con sede a Massa Cozzile di Pistoia.

La squadra è formata da dodici atlete : sette italiane, molte delle quali hanno già vestito la maglia azzurra e cinque straniere (Ucraina, Lituania, Svezia, Stati Uniti, Romania). Sulla carta, sembra una formazione con i “numeri” per farsi valere a tutti i livelli. Sarà diretta da Giuseppe Lanzoni, un tecnico con una grande e preziosa esperienza del ciclismo rosa (è stato anche direttore sportivo per anni della squadra èlite Michela Fanini di Segromigno Lucca).

Ed è stato affidato il ruolo di donna immagine ad Edita Pucinskaite nata in Lituania, icona del ciclismo internazionale, da anni cittadina italiana, vive a Monsummano Terme con il marito (Roberto Rossi un ex addetto ai lavori nel mondo del ciclismo) ed i figli.

Pucinskaite ha vinto, tanto per gradire, anche un titolo mondiale; un Tour de France; due Giri d’Italia. “La squadra ha svolto un primo ritiro a Vangile di Pistoia – spiega l’ex campionessa – ed in questo periodo le ragazze si allenano nelle rispettive sedi. La squadra sarà di nuovo in ritiro a metà febbraio in una località toscana che potrebbe essere Montecatini Terme”.

“Durante quel ritiro verrà fissato il programma agonistico per la prima parte della stagione 2016. Comunque in gennaio alcune nostre ragazze correranno, con le rispettive nazionali, sia in Argentina che in Qatar. La nostra squadra invece debutterà il 28 febbraio in Slovenia”.

“Nel 2015 il Team Inpa Bianchi formato da 11 atlete – prosegue Pucinskaite – ha disputato 60 gare totalizzando 9 vittorie e per ben 13 volte è salito sul podio. Senza contare le presenze, ciascuna con la rispettiva nazionale, a gare di livello mondiale. Nel 2016 noi partiamo con la speranza di migliorare quel già ottimo bilancio”.

“E’ una speranza. Non di più perché diverse nostre ragazze sono in una fase evolutiva sotto il profilo atletico. Non si sono ancora espresse al massimo delle loro risorse. Insomma speriamo in prestazioni di eccellenza, ma solo le corse diranno quanto vale realmente la squadra”.

“Dovremmo essere competitivi su qualsiasi terreno. Come velociste abbiamo in prima fila la bolzanina Anna Zita Stricker due vittorie nel 2015 ed un invidiabile curriculum; quindi Claudia Cretti, che come junior ha partecipato agli europei su pista”.

“Come passiste possiamo contare su Angela Maffeis, azzurra ai mondiali junior 2013; Michela Pavin che è pure brava in volata; la rumena Ana Maria Covrig e la svedese Sara Olsson”

“Per la montagna abbiamo due specialiste. L’ucraina Tetiana Riabchenko, tre successi nel 2015, e la statunitense Bethany Allen il cui valore come scalatrice è ancora tutto la scoprire”.

“Con l’etichetta di atlete complete, nel senso che vanno bene su tutti i terreni, abbiamo la lituana Daiva Tuslaite, tre affermazioni quest’anno e Lara Vieceli, azzurra agli europei nel 2013. Completano la squadra due giovanissime Viola Rita Galli di Empoli e Elena Pippi di Pistoia che sono al loro esordio”.

 

Foto: Edita Pucinskaite www.gfaltoappennino.it

————————-

Print Friendly, PDF & Email

Translate »