energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ciclo: al museo della Castellina una maglia firmata dal Pontefice Sport

Firenze – Una ventata di gioventù ha invaso ieri domenica il Convento di Santa Lucia alla Castellina situato sulle coline di Sesto Fiorentino. Il convento è anche il Centro spirituale della Federazione Ciclistica e sede del museo della Filotex, squadra professionisti in campo una quarantina di anni fa.

Ieri si è svolta la festa del ciclismo giovanile con la partecipazione di alcune società minori della Toscana tra le quali Big Hunter Seano, Itala Ciclismo di San Bartolo a Cintoia Firenze, Mamma e Papà Fanini Livorno, Ciclo Appenninico di Borgo San Lorenzo e Ciclistica Pratese (ieri i corridori si sono presentati al convento indossando la maglia da corsa della rispettiva squadra).

Dopo la funzione religiosa i ragazzi ed i loro accompagnatori hanno visitato il rinnovato museo Filotex, allestito all’interno del convento, che contiene cimeli, targhe, coppe, un paio di biciclette da corsa, tante foto, frammenti di giornali. E tante maglie di campioni (Francesco Moser e Franco Bitossi) e gregari. A proposito di maglie ieri la dotazione del museo si è arricchita di un’altra maglia offerta dalla società ciclistica professionisti “Amore e Vita” di Lunata Lucca di Ivano Fanini. Una maglia resa più significativa dalla circostanza che porta la firma di Papa Giovanni Paolo II, apposta quando la società lucchese fu ricevuta in udienza dal pontefice.

A questa festa del ciclismo giovanile, promossa da Giacinto Gelli, Luca Limberti e Giancarlo Vannucchi esponenti de “La famiglia”, associazione laica in sintonia con il convento, hanno partecipato oltre un centinaio di sportivi tra i quali Giacomo Bacci e Maria Bruni rispettivamente presidente e vice presidente del Comitato toscano di ciclismo, Maurizio Colligiani responsabile del gruppo pratese dei giudici di ciclismo.

Foto: Papa Giovanni Paolo II

Print Friendly, PDF & Email

Translate »