energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Al Cimitero degli Allori, il monumento di Isabella fra tante celebrità Rubriche

Nel giallo della di Martino non manca la visita al decentrato Cimitero degli Allori, dove R.I.P. molte personalità non cattoliche, fra cui Harold Acton, Oriana Fallaci, Arnold Bocklin, Frederick Stibbert, ecc. Ma di certo non vi riposa in pace Isabella…
«Agli Allori la mia ricerca si conclude perché quello che voglio è lì. Il monumento di Isabella è addossato al muro di cinta e, visto da lontano, sembra più quello di un bambino che di una giovinetta sospesa com'è la delicata barchetta tra un pilastro e l'altro a mo' di amaca o di una cuna campagnola. Il rettangolo di terra che contiene la navicella è un tappetino erboso, senza vasi né ornamenti, con tanti fiori bianchi da poco recisi, sparsi a ventaglio. Li scosto quanto basta a scoprire due lastre in pietra serena, a sinistra quella di Osvaldo, completa di entrambe le date, a destra quella di Elettra, col nome e la sola data di nascita. Guardando i caratteri incisi, deduco che entrambe le scritte risalgono all'epoca del monumento, quando padre e madre trovarono consolante avvicinarsi, almeno nella morte futura, alla figlia perduta.»

Riferimenti: Linda di Martino, “L'incidente di via Metastasio”, Il Giallo Mondadori N. 2497, 8/12/1996
Immagine  http://goo.gl/cSfMX
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »