energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cimitero di Trespiano e parco della Rimembranza, lavori in corso Cronaca

Firenze – Sono in corso lavori di manutenzione straordinaria per la nuova viabilità del parco della Rimembranza, mentre, fra gli interventi già avvenuti, si segnala la realizzazione nell’area cimiteriale di Trespiano, di 14 sezioni di ossari per complessivi 854 di fronte alle Cappelle dei Quadrati I e IX, e precisamente sotto il camminamento accanto alle Cappelle poste a livello superiore nel cimitero, portando complessivamente a 1.484 gli ossari realizzati negli ultimi due anni.

“I cimiteri, luoghi in cui vive la memoria e il passato della nostra comunità, sono una delle nostre priorità – ha detto l’assessore al Welfare Sara Funaro – i servizi cimiteriali sono importanti al pari degli altri servizi che forniamo ed è nostro compito offrire ai fiorentini lo stesso standard qualitativo e di accoglienza”. Insomma, è un diritto dei cittadini, come dice l’assessore, che le aree dedicate ai defunti siano  “belle, ben tenute e ci siano spazi disponibili per la sepoltura e la dispersione delle ceneri dei propri cari – ha proseguito l’assessore – questi interventi vanno proprio in questa direzione e non saranno gli unici, anche altri camposanti cittadini infatti saranno interessati da interventi di riqualificazione: penso, ad esempio, al cimitero delle Porte Sante, dove prossimamente saranno al lavoro l’Opificio delle pietre dure e l’Istituto per l’arte e il restauro Palazzo Spinelli. Sempre nell’ambito del progetto che vede i giovani studenti impegnati nella riqualificazione delle aree monumentali di alcuni cimiteri cittadini, la Scuola edile prossimamente si occuperà della scalinata davanti al sacrario militare del cimitero di Trespiano”. 

Parco della Rimembranza – Lavori di manutenzione straordinaria dell’importo complessivo di 45mila euro. Sono interventi necessari per la messa in sicurezza e l’accessibilità condizionata anche per i portatori di handicap; saranno realizzate opere manutentive edili-stradali e opere di sistemazione a verde. In particolare, l’accesso pedonale sarà garantito da un percorso che dalla zona di parcheggio condurrà all’ingresso principale del parco. Da qui i visitatori saranno condotti ad un percorso di accesso al campo di spargimento ceneri per portatori di handicap, realizzato in cemento architettonico perfettamente inserito nel contesto paesaggistico. In alternativa, sarà possibile percorrere la cordonata sempre in cemento architettonico che condurrà a una piattaforma di spargimento delle ceneri in acqua. Tale percorso avrà una pendenza piuttosto lieve ed agevole e sarà realizzata con gradoni rivestiti in cemento architettonico con alzata in cordonato in calcestruzzo.
In corrispondenza delle piattaforma di spargimento ceneri, sul letto del corso d’acqua sarà riportata pietra naturale di grossa pezzatura per consentire il deflusso delle ceneri mediante una piccola cascata.

Lungo la cordonata, la piattaforma di spargimento delle ceneri e la terrazza sulla discesa, sarà sostituita la balaustra in legno, pericolante e poco sicura, con un parapetto di sicurezza in ferro ad elementi verticali. Il parapetto sarà interrotto alla fine della cordonata, dove il terreno è pianeggiante e risulta accessibile un’ampia area a prato che riporta alla stessa piattaforma creta per lo spargimento ceneri.

Lungo il confine dell’area, lato valle, è previsto un potenziamento della recinzione a maglia sciolta esistente, tramite rete in acciaio a rinforzo, al fine di impedire il rischio di ingresso di animali dalla fitta vegetazione limitrofa. Nel solo tratto di fronte alla piattaforma di spargimento per portatori di handicap sarà realizzata una rete in acciaio elettrofuso verniciato.

Lo smaltimento delle acque piovane avverrà mediante pozzetti e caditoie, quest’ultime dislocate in posizione strategica, lungo la cordonata; inoltre, sarà realizzata una canaletta in elementi prefabbricati di calcestruzzo sul lato interno della cordonata che convoglierà le acque verso gli stessi pozzetti.
Le sistemazioni di contenimento della scarpata che porta al corso d’acqua saranno realizzate con viminate in salice a contenimento dei terrazzamenti, che prevedono la sistemazione con piante tappezzanti di varia tipologia per ottenere nelle varie stagioni il massimo decoro sia con fioriture che con la colorazione del fogliame.
I muri di contenimento dell’area saranno ‘mitigati’ con piante rampicanti e le aree tenute a prato, in direzione del corso d’acqua, saranno rinnovate con varietà di graminacee e con piante fiorite.

Nuovi ossari –  Hanno le stesse caratteristiche di quelli già realizzati, con struttura portante è in cemento armato, realizzata all’interno della spaziatura esistente determinata dalla parete di fondo delle Cappelle dalle pareti laterali di nuova costruzione dove hanno trovato posto gli ossari costituiti da elementi prefabbricati in cemento armato vibrato, collegati in opera tramite un getto integrativo di calcestruzzo di cemento armato.
Le facciate delle nuove realizzazioni sono state completamente rivestite in marmo bianco di Carrara, con le stesse caratteristiche tipologiche di quelle esistenti nel cimitero, con fasce verticali in Bardiglio scuro, mentre a terra, sulle fasce laterali e nella parte superiore è stata realizzata una bordatura in travertino: le borchie in bronzo sono del tipo a ‘farfalla’.
Le parti in cemento non rivestite, sono state lisciate a ‘faccia vista’.
Lungo tutto il fronte delle nuove sezioni di ossari è stato ripristinato l’impianto di smaltimento delle acque piovane, sostituendo e raddoppiando i discendenti in pvc con nuovi tubi di gronda discendenti in alluminio preverniciato di colore testa di moro con scarico in idoneo pozzetto anziché a vista.

Il valore complessivo dell’ultimo intervento è di 300 mila euro. I lavori hanno avuto una durata di 150 giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »