energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cina, cresce middle class e mercato del lusso Società

Saranno 500milioni nei prossimi 10 anni. Si sta parlando della classe media cinese, o meglio, della quota di mercato che si dirigerà verso i beni di lusso nel prossimo decennio e che sostanzialmente conincidono. Sì, perchè sarà proprio la classe media cinese il mercato su cui incidrà più fortemente l'acquisizione di beni di lusso simbolo di una svolta di ceto. E' ciò che è emerso ieri dal seminario 'Luxury and China' organizzato  a Firenze dall'Istituto Confucio e dalla Grenoble Ecole de management. ''La middle class in questo momento – ha spiegato Serena Rovai (Grenoble Ecole de management) –  rappresenta il 6% o il 10% della popolazione a seconda della regione: negli anni a venire, realisticamente entro il 2020, rappresenterà il 50% della popolazione''. Secondo Rovai i nuovi clienti ''non saranno quelli che acquisteranno un'intera collezione: saranno quelli che potranno permettersi un singolo oggetto, avendo un potere d'acquisto differente dalla upper class, ma volendo dimostrare di aver fatto un salto di qualità''. Si andrebbe verso, secondo Rovai,  ''una democratizzazione dei brand del lusso''. Insomma, si sta parlando di ''un tipo di cliente fatto soprattutto di manager uomini, che avrà sempre più una consapevolezza dei vari brand del lusso. Quindi le aziende del settore dovranno rafforzare la loro immagine localmente''.

Una tendenza che sicuramente giocherà un ruolo importante soprattutto verso un Occidente che invece vede lo stritolamento della middle class fra crisi e tagli agli stipendi e dunque al consumo. E che sembra imboccare una tendenza inversa sui beni di lusso, sempre più appannaggio di una upper class intangibile e lontana. Ma che sembra anche costringere la società occidentale a un ripensamento generale del concetto di lusso. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »