energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cinquanta sfigatelli in celle da sei col resto di due Opinion leader

Tuttavia, esagerate esternazioni governative a parte, che il calcio italiano sia esausto, bollito, marcio, purtroppo è evidente. Da un anno esatto, cinque anni dopo Calciopoli, Moggiopoli o che dir si voglia, ancora una volta il pallone tricolore è infangato da chi ha avuto la fortuna di farne parte da protagonista ma, chissà come mai, non se n’è accorto. E’ uno scandalo dai vari volti, quest’ultimo che sta scuotendo l’Italia a una manciata di giorni dal via degli Europei. E’ il volto disilluso di Fabio Pisacane, calciatore della Ternana ospite dell’Italia di Cesare Prandelli al via del raduno pre-Euro 2012 assieme a Simone Farina del Gubbio, invitati perché non solo in grado di rifiutare una combine ma di denunciarla pure, che a La Gazzetta dello Sport pochi giorni fa in un’intervista, alla domanda “Chi conosce degli azzurri?” rispondeva “Sono cresciuto assieme a Mimmo Criscito”… Viene da ridere ora, povero Fabio…

E’ il volto rassegnato di Cristiano Doni, che continua ad accumulare anni di squalifica come Balotelli fa con le escort. E’ il volto duro di Giuseppe Sculli, la corazza, l’uomo-squadra, colui che non si ribella agli ultrà, quello con la maglia del Genoa tatuata sulla pelle, ma che resta zitto e comprensivo con chi, dall’altra parte della cornetta, gli dice “il tuo presidente è un infame, e tu sai cosa vuol dire infame no? Che vieni da una famiglia…”. Eh sì, la famiglia di Sculli, quella di nonno Peppe Morabito, u tiradrittu perché sparava dritto e non mancava mai il bersaglio, insomma un compagnone di giochi…

E’ il volto perplesso di Gianluigi Buffon, che col calcioscommesse probabilmente non c’entra, ma che solo scommettendo oltre un milione e mezzo di euro in appena un anno è andato contro la legge (dal 2005 per i tesserati è vietato scommettere). Ora, Gigi, dico io, da più di dieci anni guadagni paccate di milioni di euro l’anno, sei sposato con una splendida donna come Alena Seredova, giochi in uno dei club più titolati al Mondo, e pensi di avere ancora bisogno di soldi? Ma cos’è, il piccolo Louis Thomas in vasca da bagno fa la battaglia navale costruendo le navi con i violoni da 500 euro? E quanti bagni al giorno fa Louis Thomas? E poi scusa, e il diploma finto per evitare di fare la maturità, e la maglietta con scritto “Boia chi molla!”, e la maglia col numero 88… Insomma, usando un linguaggio giovane, Gigi, di cazzate ne avevi già fatte, no?

E’ il volto scavato di Filippo Carobbio, il giocatore che sta buttando giù il Siena, la squadra messa peggio, la città messa peggio. Il Monte dei Paschi arranca, il sindaco del Partito Democratico Ceccuzzi ha dato le dimissioni, ci manca di scoprire che i ricciarelli vengono fatti a Taiwan e siamo a posto… Già Siena, Carobbio e il volto furbo del suo presidente Massimo Mezzaroma, che con quell’aria da Corrado Guzzanti mascherato da uno dei suoi personaggi si cala benissimo nella situazione grottesca del patron che chiede ai suoi di perdere per scommettere e lucrare ancora, lui che i soldi, poverino, sembra non averli mai visti. E’ il volto teso, tirato, invecchiato di dieci anni in quattro giorni, del Commissario Tecnico azzurro, Cesare Prandelli. Il CT ha parlato di “imbarazzo nel difendere 40/50 sfigatelli”…

No, Cesare, non ci siamo. Questi 40/50 sfigatelli hanno distrutto (di nuovo) la passione più grande degli italiani. Questi 40/50 sfigatelli hanno gettato alle ortiche l’unica cosa che probabilmente il Signore, o chi per lui, ha dato loro, ovvero la capacità di guadagnare, e bene, divertendosi con lo sport più bello del Mondo. Questi 40/50 sfigatelli stanno mancando di rispetto a migliaia, migliaia e ancora migliaia di italiani che in un momento così critico per il nostro Paese non arrivano alla fine del mese, con tanti che decidono di non arrivare nemmeno alla fine naturale della loro vita, mentre milionari truccano il pallone anche per poche centinaia di euro (Sculli avrebbe ricevuto anche solo 1500 euro, il 23 aprile 2011, al casello di Serravalle Scrivia, da un emissario del bosniaco Safet Altic).

Questi 40/50 sfigatelli hanno truccato tutte le serie professionistiche della più grande passione italiana. Questi 40/50 sfigatelli, Cesare, con tutto il rispetto stanno mettendo a dura prova anche il suo codice etico. “Se necessario, non andiamo all’Europeo”? No, non deve finire così. Se necessario salva la faccia e fa fuori Buffon, che ha fatto ciò che non doveva fare, e Bonucci, oggi indagato come Criscito, e in azzurro i titolari saranno De Sanctis e Ogbonna, pazienza, sapranno fare del loro meglio se sono lì. Questo calcioscommesse però, fortunatamente, è anche il volto, anzi, lo humour, ironico, di Gene Gnocchi. In uno dei suoi ultimi Rompipallone ha scritto più o meno così: “La Mafia ha reso noto che i calendari dei prossimi campionati di A e B saranno pubblicati completi di risultati”. Una risata ci seppellirà, diceva quello, ma anche questi 40/50 sfigatelli non scherzano.

Foto: http://www.contropiede.net/2012/05/25/nella-testa-di-prandelli/

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »