energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cinque nuovi appuntamenti per Enjoy Firenze Notizie dalla toscana

Firenze – Un nuovo itinerario in 5 appuntamenti in occasione dei 50 anni dall’alluvione del 4 novembre 1966, un tè tra le lussuose mura di Palazzo Borghese e un percorso fuori porta nel Valdarno, pensato per bambini e famiglie. Si apre così il 2016 di “Enjoy Firenze”,il cartellone dipercorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscanaa cura di Cooperativa Archeologia, che  sarà inaugurato domenica 10 gennaio alle 10.30 da una visita al Museo di San Marco, dove si trova la più importante collezione al mondo delle opere sia su tavola che ad affresco del Beato Angelico (www.enjoyfirenze.it).

 

Otto le proposte in calendario per il mese, tra cui la nuova serie di percorsi dal titolo “50 anni di alluvione in 5 tappe”, dedicata all’esondazione dell’Arno che ha rischiato di cancellare per sempre da Firenze alcuni dei suoi più importanti monumenti e opere d’arte. L’iniziativa sarà inaugurata domenica 17 alle ore 10.00 da un primo incontro focalizzato sulla storia della città e sul suo intrecciarsi con quella delle alluvioni che con tragica regolarità l’hanno investita, seguito da una camminata sui ponti più colpiti, per raccontarne i danni subiti nella storia e le varie ricostruzioni. Organizzato in collaborazione con la libreria Todo Modo (via dei Fossi 15/r), dove si terrà ogni volta un discorso storico introduttivo, l’appuntamento tornerà a cadenza mensile con mete sempre diverse fino a maggio. Dal quartiere di Santa Croce, “la vittima più illustre del disastro” (21 febbraio) ai Chiostri di Santa Maria Novella (20 marzo), dal Ponte Vecchio e la Galleria degli Uffizi, con la storia del black out e dei 12 eroi che ne salvarono i capolavori (17 aprile) a Piazza Duomo, la Porta del paradiso del Ghiberti, la Maddalena di Donatello, la Lanterna del Brunelleschi e il salvataggio, il restauro e la restituzione al pubblico del Museo dell’Opera del Duomo (15 maggio).

 

Tra le novità di gennaio, inoltre, domenica 24 sarà possibile accedere in esclusiva agli sfarzosi interni di Palazzo Borghese, dove all’inizio dell’Ottocento visse per breve tempo Paolina Bonaparte. Il percorso tra marmi, stucchi dorati, dipinti a soggetto storico e mitologico, suppellettili e mobili, terminerà con un tè in una delle lussuose sale della residenza, sotto i monumentali lampadari sfavillanti.

 

Completano le proposte un percorso sui passi del genio tormentato del Pontormo (17 gennaio); una camminata attraverso le sale del grande Museo dell’Opera del Duomo, da poco riaperto al pubblico, con un nuovo, grandioso allestimento (17 gennaio); un pomeriggio al Museo Galileo, il museo della scienza che conserva una delle raccolte scientifiche più importanti a livello nazionale e internazionale (23 gennaio) e una passeggiata tra le navate della Basilica di Santa Croce, con il suo eccezionale complesso delle sepolture degli “Italiani illustri” cantate dal Foscolo nei Sepolcri (30 gennaio).

 

Ad arricchire la programmazione, un itinerario fuori porta all’’Accademia Valdarnese del Poggio e al suo Museo Paleontologico, con un itinerario parallelo per adulti e bambini. I grandi visiteranno il nuovo allestimento di un museo che ha alle spalle quasi duecento anni di storia, con i suoi erbari ottocenteschi, manoscritti, libri antichi e monete romane. I bambini, dopo la visita, saranno coinvolti in un laboratorio per comprendere, divertendosi, i paleoambienti del Valdarno. Due modi diversi di visitare un’istituzione culturale che racconta l’identità del territorio da oltre due secoli (17 gennaio).

 

Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

 

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »