energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Città metropolitana, Consiglio Comunale: velocizzare Politica

Città metropolitana, non si può più attendere, e su questo il consiglio comunale è tutto d'accordo. Tant'è vero che l'ordine del giorno passa all'unanimità. Anche sulla necessità di convocare al più presto la conferenza metropolitana, nonostante, come ben sottolinea il relatoreValdo Spini seguito a ruota dal vicesindaco Dario Nardella, la stessa legge istitutiva non sia affatto chiara nè sulle modalità, nè sulla composizione della stessa conferenza. Ed è proprio l'ex-ministro Valdo Spini a illustrare il documento con cui il consiglio comunale fiorentino prende una posizione netta a favore della città metropolitana (e su questo, come sottolinea sia il relatore che subito dopo Nardella, vista la legge 135 che prevede per il 1 gennaio 2014 l'automatica scomparsa della Provincia di Firenze e la sua automatica conversione in città metropolitana, non ci può non essere l'accordo) e alla velocizzazione del percorso necessario a far sì che diventi realtà. Magari spazzando via, come sottolinea Spini, ogni sia pur ragionevole dubbio sulle intenzioni egemoniche" di Firenze.

Un ordine del giorno che assume un'importanza molto rilevante  dal momento che "funziona" anche come posizione "ufficiale" del Comune di Firenze sul tavolo delle Atuonomie che si terrà domani e in cui in discussione saranno le Province. Tenendo ben distinto, come sottolineano relatore e interventi successivi, il discrimine fra città metropolitana e questione delle Province.
Ma il punto fondamentale, quello per cui era importante l'unanimità del consiglio per il via libera del documento, è stato ben sottolineato da Spini: "L'istituzione di dieci città metropolitane nelle regioni a statuto ordinario, senza contare quelle che potranno sorgere nelle regioni a statuto speciale,  rappresenterà un elemento di grande innovazione nell'ordinamento degli enti locali italiani". Un elemento di innovazione, va detto, le cui conseguenze rimangono ad oggi ancora non del tutto leggibili.

Conclude il presidente dell'assemblea Eugenio Giani, dopo la votazione unitaria dell'assemblea: "Adesso dobbiamo convocare in Palazzo Vecchio la conferenza dei sindaci per procedere speditamente nell’iter verso la costituzione della Città metropolitana entro il 1 gennaio 2014 con relativo statuto e precise funzioni rispetto ai comuni che ne fanno parte”
E l'ordine del giorno contiene un invito al sindaco "a prendere i necessari accordi con il Presidente della Provincia per convocare nei tempi più rapidi possibili la Conferenza Metropolitana che la legge vuole composta dai 44 sindaci dei comuni della provincia di Firenze e dal Presidente della stessa in modo che questa possa subito lavorare alla stesura dello statuto".

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »