energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Coaching gratuito per ricostruire le imprese terremotate Economia

Per aiutare a ricostruire aziende e percorsi lavorativi, i coach professionisti associati ICF Italia (International Coach Federation Italia) offrono sessioni gratuite ad aziende, imprenditori e  lavoratori che a seguito dei danni causati dal sisma si trovano a dovere ripensare la propria organizzazione o la propria vita lavorativa. ICF Italia inoltre devolverà a favore dei terremotati l’avanzo di bilancio derivante dal VII Coaching Networking Weekend, che si è svolto il 2 e 3 giugno a Bologna. ll “Progetto Coaching Emilia Romagna” di ICF Italia, durerà dal 1 luglio al 31 dicembre.
“Il Progetto Coaching Emilia Romagna di ICF Italia nasce dal desiderio di portare risorse di spirito ed economiche e solidarietà in questa terra che sta soffrendo e ha bisogno di supporto”, spiega Fabrizia Ingenito, presidente di ICF Italia. “L’iniziativa prevede lo svolgimento di sessioni di coaching pro-bono da parte dei coach certificati ICF, verso professionisti, imprese e aziende che si
trovano sul territorio”. Il progetto ha una durata di 6 mesi, con inizio al 1 luglio e fine al 31 dicembre 2012. Lo scopo dell'iniziativa è utilizzare la professionalità e l'esperienza di coach esperti per dare aiuto, supporto e "una spalla" alle persone a cui le circostanze chiedono di agire, prima ancora di reagire, con celerità, lungimiranza e pragmatismo nella ricostruzione della loro attività
professionale e/o imprenditoriale.
Per informazioni, e per richiedere la possibilità di usufruire delle sessioni gratuite scrivere a: volontariato@icf-italia.org indicando nome, cognome, indirizzo di residenza, telefono fisso e/o mobile, professione e/o azienda, oppure telefonare al 335-5944753 o al 335-364828. Le persone che scriveranno ad ICF Italia, verranno messe direttamente in contatto un coach di riferimento. Le sessioni si svolgeranno telefonicamente o via Skype e saranno gestite con un sistema centralizzato organizzato con il criterio del "first in, first out".

Print Friendly, PDF & Email

Coaching gratuito per ricostruire le imprese terremotate STAMP - Azienda

Per aiutare a ricostruire aziende e percorsi lavorativi, i coach professionisti associati ICF Italia (International Coach Federation Italia) offrono sessioni gratuite ad aziende, imprenditori e  lavoratori che a seguito dei danni causati dal sisma si trovano a dovere ripensare la propria organizzazione o la propria vita lavorativa. ICF Italia inoltre devolverà a favore dei terremotati l’avanzo di bilancio derivante dal VII Coaching Networking Weekend, che si è svolto il 2 e 3 giugno a Bologna. ll “Progetto Coaching Emilia Romagna” di ICF Italia, durerà dal 1 luglio al 31 dicembre.
“Il Progetto Coaching Emilia Romagna di ICF Italia nasce dal desiderio di portare risorse di spirito ed economiche e solidarietà in questa terra che sta soffrendo e ha bisogno di supporto”, spiega Fabrizia Ingenito, presidente di ICF Italia. “L’iniziativa prevede lo svolgimento di sessioni di coaching pro-bono da parte dei coach certificati ICF, verso professionisti, imprese e aziende che si
trovano sul territorio”. Il progetto ha una durata di 6 mesi, con inizio al 1 luglio e fine al 31 dicembre 2012. Lo scopo dell'iniziativa è utilizzare la professionalità e l'esperienza di coach esperti per dare aiuto, supporto e "una spalla" alle persone a cui le circostanze chiedono di agire, prima ancora di reagire, con celerità, lungimiranza e pragmatismo nella ricostruzione della loro attività professionale e/o imprenditoriale.
Per informazioni, e per richiedere la possibilità di usufruire delle sessioni gratuite scrivere a: volontariato@icf-italia.org indicando nome, cognome, indirizzo di residenza, telefono fisso e/o mobile, professione e/o azienda, oppure telefonare al 335-5944753 o al 335-364828. Le persone che scriveranno ad ICF Italia, verranno messe direttamente in contatto un coach di riferimento. Le sessioni si svolgeranno telefonicamente o via Skype e saranno gestite con un sistema centralizzato organizzato con il criterio del "first in, first out".

Print Friendly, PDF & Email

Translate »