energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Torneo di Viareggio: caos, denunce, stangate dopo Empoli- Fiorentina Sport

Firenze – Finisce nel caos Empoli – Fiorentina del torneo di Viareggio. Un caos scoppiato al termine della gara – vinta dai viola per 3 a 2 con reti di  Sottil, Gori e Meli in risposta alle marcature di Zelenkovs e Zini  – e scoppiata dopo un incontro ravvicinato tra alcuni spettatori e e giocatori azzurri e dopo che un oggetto, lanciato nel parapiglia, aveva colpito al volto Gianneschi, giocatore azzurro. L’intervento delle forze dell’ordine ha riportato la calma allo stadio Turri di Scandicci.

Sull’episodio è intervenuto il dg dell’Empoli Andrea Butti che, oltre a scagionate la Fiorentinaa criticare l’organizzazione per aver fatto disputare la partita praticamente a Firenze, ha dichiarato di aver sporto denuncia contro ignoti e dichiarato che l’Empoli non parteciperà più alla manifestazione.

In serata sono arrivati i provvedimenti della commissione disciplinare del torneo:

Euro 3.000 (tremila/00) alla ACF Fiorentina.
“Per avere, propri sostenitori, lanciato nel corso del secondo tempo una bottiglia di vetro in direzione dei calciatori della squadra avversaria in fase di riscaldamento e due bottiglie di vetro in direzione della panchina della squadra avversaria.  
– Per avere, un proprio sostenitore, lanciato una bottiglia di vetro al termine della gara, colpendo al volto un calciatore della squadra avversaria, provocandogli ferita lacero contusa. Si dispone che copia del presente comunicato venga trasmessa alla segreteria del C.R. Toscana affinché provveda all’addebito della sanzione alla società ACF Fiorentina spa, mediante gli uffici competenti della Lega di appartenenza.

La Fiorentina si troverà di fronte questo venerdì, ai quarti di finale, il Sassuolo (che ha battuto il Cagliari 1-0). Sempre la Fiorentina ha preso posizione sui fatti del Turri: “ACF Fiorentina prende le distanze da quanto accaduto oggi in occasione della gara Empoli-Fiorentina del Torneo di Viareggio ed esprime la propria condanna verso qualsiasi forma di condotta violenta”

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »