energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Collaborazione Inu-Uncem per il governo locale del territorio Ambiente

L'Istituto nazionale di urbanistica (Inu) e l'Unione nazionale Comuni Comunità montane ed Enti montani della Toscana hanno siglato stamattina un accordo che permetterà ai 160 Comuni montani toscani di ricevere assistenza qualificata nell'azione amministrativa del governo dei territori e dei paesaggi, finalizzato a sostenere processi di sviluppo socio-economico e uso sostenibile delle risorse naturali e territoriali, con particolare riferimento ad interventi e tecnologie di green economy. La sezione regionale Toscana dell'Inu e Uncem Toscana faranno squadra con i Comuni della montagna per aiutarli nella difficile impresa del governo locale del territorio, che comincia dalla predisposizione di buoni piani strutturali, coerenti con i livelli di pianificazione provinciale e regionale, ma che deve poi confrontarsi con i bisogni socio-economici dei territori che muovono proposte di interventi ed opere, anche di rilevanza economica e di servizio pubblico. Compito ancora più difficile di fronte alle emergenze territoriali più urgenti anche in Toscana: dissesto idrogeologico, sicurezza idraulica dei corsi d'acqua, cambiamento climatico.  Su queste sfide ed anche sulla sfida della green economy, che è insieme ambientale ed economica, Uncem ed Inu metteranno a disposizione dei Comuni le proprie strutture dirigenziali e operative, per fornire assistenza e consulenza ed anche occasioni di approfondimento ed  aggiornamento sul governo del territorio.

Le dichiarazioni
“Per avere una buona gestione e una buona pianificazione del territorio – afferma Enrico Amante, presidente Inu Toscana – occorrono risorse tecniche, economiche, culturali e il contributo di diverse professionalità. Per questo è necessario investire tanto, per supportare i piccoli comuni e aiutarli nelle azioni di tutela ambientale e difesa del suolo. Inu Toscana vuole dare una mano concreta per raggiungere, insieme ad Uncem Toscana, gli obiettivi di pianificazione, cura e manutenzione del territorio regionale, con un particolare occhio di riguardo per le politiche di difesa del suolo, prevenzione del rischio idrogeologico e tutela dell’ambiente e delle risorse paesaggistiche della Toscana”.

“Insieme ad Inu vogliamo diffondere e promuovere sul territorio – dichiara Oreste Giurlani, presidente di Uncem Toscana – la conoscenza dell’ambiente e delle pratiche di gestione e pianificazione territoriale, in modo da offrire sostegno agli Enti locali e tutelare il ruolo di presidio delle istituzioni nella gestione dei patrimoni territoriali. Riteniamo importante lavorare insieme per salvaguardare la bellezza dei paesaggi e l’equilibrio ambientale, in particolare nel contesto delle aree rurali e montane che, nella loro condizione di marginalità, preservano ancora tratti paesaggistici naturali e necessitano di interventi mirati di governo e di tutela del territorio, per continuare ad offrire ai cittadini che abitano in montagna e nei piccoli comuni alti livelli di benessere e di qualità della vita”.

“L'intesa è un segnale di investimento – afferma Silvia Viviani, vicepresidente Inu – in un progetto comune di città e territorio, in tempi di crisi, nei quali è facile chiudersi in azioni difensive e di immediato effetto. Nasce in un momento fervido di opportunità per difendere e nel contempo riorganizzare ruoli e assetti istituzionali nella salvaguardia e nella gestione dei patrimoni territoriali nel nostro Paese. Uncem Toscana, cofirmataria con Inu Toscana dell'intesa nazionale Uncem-Inu, ne è un esempio, per la ricchezza dei programmi e delle azioni di cui è promotrice nel territorio montano toscano Pensiamo che si apra una fase nuova per le politiche locali nel campo del governo del territorio, ove si possano garantire la difesa dei suoli e dei paesaggi, la programmazione dello sviluppo e il mantenimento delle democrazie territoriali”.
 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »