energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Colle: approda in Consiglio il Bilancio di Previsione 2013 Notizie dalla toscana

“Il bilancio di previsione 2013 ha come priorità la salvaguardia del sociale e il mantenimento dei servizi, lasciando invariate le tariffe per i servizi a domanda individuale e la tutela delle fasce deboli. Sono previste alcune variazioni nelle entrate, in risposta a un quadro di forti incertezze normative e finanziarie che hanno ritardato la chiusura della manovra e che ancora rendono poco chiaro il quadro delle risorse disponibili”. E’ quanto afferma l’assessore al bilancio di Colle di Val d’Elsa, Leonardo Parri illustrando la manovra di previsione per il 2013 presentata giovedì 18 luglio in consiglio comunale e che sarà discussa e votata nella prossima seduta, prevista all’inizio del mese di agosto.
“Il bilancio previsionale per l’anno in corso – continua Parri – è stato presentato in forte ritardo rispetto ai consueti tempi degli anni scorsi, come sta avvenendo in tutti i Comuni, perché alla costante riduzione dei trasferimenti statali si è sommata una forte incertezza sui dati del gettito Imu, la determinazione del nuovo Fondo di solidarietà e l'applicazione della Tares. Per avere una previsione più precisa dell'impatto delle manovre di finanza pubblica sulle voci di entrata nei bilanci dei comuni, dovremo aspettare il prossimo mese di settembre, quando dovrebbe essere più chiara la riforma sull'Imu applicata alla prima casa”.
“Nonostante il quadro complesso – aggiunge Parri – abbiamo voluto uscire dalla provvisorietà dell’esercizio finanziario presentando questa manovra che punta ad assicurare servizi essenziali per il cittadino. Vanno in questa direzione la salvaguardia del sociale, il mantenimento della quota di partecipazione alla Fondazione Territori Sociali AltaValdelsa, i contributi affitti e il livello di compartecipazione del Comune ai servizi a domanda individuale per le fasce più deboli, oltre a esenzioni e riduzioni per la Tares. Sul fronte della spesa, abbiamo ulteriormente ridotto quella per il personale, con un risparmio rispetto al 2012 pari a 131mila euro. Proseguiremo anche le azioni di recupero dell’evasione fiscale, rafforzando l’ufficio tributi, e stiamo continuando la riduzione dei debiti contratti negli anni, passati dai 25 milioni del 2004 ai 16 milioni del 2013”.
“Sul fronte delle entrate – dice ancora l’assessore colligiano – rimangono invariate l’addizionale Irpef e le tariffe sui servizi per mensa scolastica, scuolabus e asilo nido. Per questo siamo stati costretti a ricorrere all’aumento di un punto percentuale dell’Imu sulle abitazioni principali, portandola dall’aliquota base dello 0,4 allo 0,5 per cento, in attesa di capire i prossimi sviluppi sul tema. L’imposta di soggiorno sarà applicata nella misura già concordata con gli operatori e per il secondo anno consecutivo, non avremo a carico del bilancio comunale il contributo a ripiano dell’Azienda Speciale Multiservizi, che serviva a farle raggiungere il pareggio di bilancio”.
“Sul fronte degli investimenti – continua Parri – abbiamo stanziato 5,6 milioni di euro negli investimenti, che andranno a finanziare prevalentemente il completamento delle opere in corso o inserite nei precedenti programmi e che finora non hanno avuto seguito. Inoltre, destineremo tutte le risorse provenienti dagli oneri di urbanizzazione alle manutenzioni delle strade e degli edifici scolastici”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »