energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Commercianti di San Lorenzo “stesi” dal nubifragio Cronaca

Firenze – Se n’è parlato anche in consiglio comunale, oggi, e il consigliere comunale Marco Stella ha avanzato anche una mozione in proposito: il nubifragio di venerdì scorso ha rappresentato un duro colpo anche per i commercianti di San Lorenzo, proprio quelli che da più di sei mesi sono stati trasferiti in piazza del Mercato Centrale. Si parla di quattro banchi di 600 kg ciascuno che si sono ribaltati e di decine di migliaia di euro di danni.

Tra l’altro un banco è caduto sulla corsia che porta al parcheggio sotterraneo del Mercato: se fosse passata una macchina in quel momento, osservano gli ambulanti, il conducente non si sarebbe salvato.

san lorenzo 2

E ancorare i banchi al suolo? Non è possibile, dicono gli ambulanti, ancorare i banchi al suolo pubblico, ma nemmeno prendere adeguate precauzioni perché lo spazio tra i banchi è troppo esiguo: “Il mercato lì è pericoloso”, ha spiegato Stefano, un commerciante che vent’anni fa ha fatto un mutuo per comprarsi la licenza e adesso, con il posto assegnato accanto ai cassonetti in Piazza, ha accusato non solo un abbassamento del valore del banco assolutamente incredibile, ma, a quanto dice, allo styato attuale delle cose non troverebbe neanche un acquirente per la sua attività.

Il banco che ha riportato più danni tra quelli ribaltati è stata una struttura che vende guanti: la grandine è finita dentro la plastica delle confezioni rovinando decine di pezzi per un valore di ventimila euro.

Anche il banco del ferramenta, la cui merce si è arrugginita, ha subìto notevoli perdite.

Della situazione, come preannunciato, si è parlato oggi in in Consiglio Comunale: la mozione in merito è stata presentata dal consigliere Marco Stella per riportare all’attenzione il problema del Mercato: in quelle postazioni “da retrobottega” i commercianti hanno registrato perdite anche dell’80% per lo scarso afflusso di turisti.

san lorenzo 3

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »