energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Commissione bioetica: “Scaduta da 4 anni e non rinnovata” Società

Firenze – Il consigliere di Sì Toscana a sinistra Paolo  Sarti ha chiesto che “da subito la Commissione venga ripristinata e venga resa rapidamente operativa perchè possa esprimersi sulle tante tematiche su cui la Regione Toscana è chiamata a pronunciarsi”. Sottolineando: “la società, anche Toscana, è avanti, più della politica”.

La Regione Toscana ripristini la commissione di bioetica, scaduta dal 2011. E’ la richiesta avanzata oggi dal consigliere regionale di Si’ Toscana a sinistra, Paolo Sarti, insieme al presidente dell’Ordine dei medici di Firenze Antonio Panti.   “Da quattro anni la Toscana è priva di una Commissione bioetica – ha sottolineato Sarti -. e pensiamo che sia stata una precisa scelta politica. Siamo convinti che il Pd, per le sue contraddizioni interne e temendo di inimicarsi una componente non laica del suo mondo di riferimento, tra cui la Curia, ancora una volta non abbia voluto discutere certi temi. La tendenza si e’ fatta sempre piu’ palese da quando il governatore Rossi si è appiattito su Renzi per motivi elettorali”.

Eppure i temi di cui la commissione si potrebbe occupare – ha sottolinea Sarti – , sono molti, dalle nozze omosessuali, alla procreazione medicalmente assistita, dall’utilizzo della cannabis terapeutica, all’obiezione di coscienza nell’applicazione della legge 194, fino alle discriminazioni sull’orientamento sessuale e di genere“.

“La società, anche Toscana, si è rilevata molto più avanti della politica – ha concluso Sarti – e ci chiede da tempo di dibattere e decidere su questi temi che toccano la vita reale delle persone. La commissione rappresenta una scelta di civilta’ in un governo che voglia dare voce alle pluralità. La Regione Toscana si confermi laica”

Print Friendly, PDF & Email

Translate »